Mission: Impossible - Fallout

Film 2018 | Azione, Avventura, Thriller +13 147 min.

Titolo originaleMission: Impossible - Fallout
Anno2018
GenereAzione, Avventura, Thriller
ProduzioneUSA
Durata147 minuti
Regia diChristopher McQuarrie
AttoriTom Cruise, Henry Cavill, Simon Pegg, Rebecca Ferguson, Ving Rhames, Sean Harris Angela Bassett, Vanessa Kirby, Michelle Monaghan, Alec Baldwin, Wes Bentley, Frederick Schmidt.
Uscitamercoledì 29 agosto 2018
TagDa vedere 2018
Distribuzione20th Century Fox
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,29 su 30 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Christopher McQuarrie. Un film Da vedere 2018 con Tom Cruise, Henry Cavill, Simon Pegg, Rebecca Ferguson, Ving Rhames, Sean Harris. Cast completo Titolo originale: Mission: Impossible - Fallout. Genere Azione, Avventura, Thriller - USA, 2018, durata 147 minuti. Uscita cinema mercoledì 29 agosto 2018 distribuito da 20th Century Fox. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,29 su 30 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Mission: Impossible - Fallout tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Ethan Hunt e il suo team si ritrovano in una corsa contro il tempo dopo una missione fallita. In Italia al Box Office Mission: Impossible - Fallout ha incassato nelle prime 7 settimane di programmazione 5,2 milioni di euro e 2,3 milioni di euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
3,29/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,40
PUBBLICO 2,97
CONSIGLIATO SÌ
Un'avventura apocalittica che dà le vertigini e raggiunge sovente una forma di astrazione quasi poetica.
Recensione di Marzia Gandolfi
lunedì 16 luglio 2018
Recensione di Marzia Gandolfi
lunedì 16 luglio 2018

Ethan Hunt riceve a Belfast l'ordine di una nuova missione impossibile: recuperare una valigia di plutonio e scovare i cattivissimi che immancabilmente vogliono metterci le mani sopra. Sulle tracce di John Lark, il misterioso finanziatore del rapimento di uno scienziato anarchico ed esperto in armi nucleari, ritrova a Berlino i compagni di sempre: Benji e Luther, a cui salva la pelle compromettendo la missione. E adesso tocca riparare, lanciandosi sul cielo di Parigi per (s)mascherare Lark e incontrare la Vedova Bianca, un'intermediaria sexy e letale. Come a ogni missione, niente andrà come previsto.

Cospirazioni, tradimenti, raggiri, segreti governativi, manovre geopolitiche, doppio (e triplo) gioco condurranno Hunt e la sua équipe di fedelissimi ai quattro angoli del mondo per salvare il pianeta.

Inutile chiedersi se Mission: Impossible - Fallout è meglio o peggio di Rogue Nation o di qualsiasi altro episodio della saga. Rispondere è praticamente impossibile perché ognuno ha le sue ragioni, le sue affinità con le precedenti narrazioni, con quel regista, con quella storia. L'unica replica appurabile è la solidità di una saga, una delle più importanti e apprezzate nel paesaggio delle superproduzioni, che rilancia ancora e ancora. Se il precedente episodio era un fuoco d'artificio, il prossimo sarà sempre una girandola strabiliante. Ogni volta più bello, ogni volta più grande, ogni volta più folle.

Mission: Impossible - Fallout conferma l'assunto e vince la sfida aggiornando quello che era già stato pensato, coreografato, inseguito e visto mille volte. Tutto comincia con un sogno che si converte in incubo e dona il tono (cupo) alla nuova missione. In un angolo di paradiso, Ethan e Julia rinnovano i loro voti sotto lo sguardo di un prete che ha il volto di Solomon Lane, il cattivo schizofrenico di Rogue Nation.

Con l'antagonista di Sean Harris, ritornano pure Rebecca Ferguson e Christopher McQuarrie che firma l'episodio cerniera della saga lanciata nel 1996 e adattata dalle serie culto degli anni Sessanta. La nuova avventura di Ethan Hunt chiude un lungo arco narrativo, cura le ferite simboliche e convoca tutti i capitoli precedenti trovando un equilibrio pirotecnico. La fascinazione del doppio di De Palma, la tensione coreografica e spettacolare di John Woo (la scena di una scalata con la neve al posto della sabbia), i ripiegamenti intimi di J.J. Abrams (il ritorno di Michelle Monaghan, che questa volta è qualcosa di più di un'apparizione), la meccanica del burlesque di Brad Bird (Tom Cruise come Buster Keaton corre a rotta di collo) diventano il carburante per un'avventura apocalittica che dà le vertigini e raggiunge sovente una forma di astrazione quasi poetica.

L'incipit, che non assomiglia a nessun altro della saga, annuncia un capovolgimento. MI6 è una corsa disperata contro la morte e la fine che minaccia di inghiottire l'universo di un eroe infaticabile. La distruzione totale inquadra l'intrigo e scandisce un episodio che non perde tempo a spiegare la missione in una scena espositiva tra le più rapide e funzionali della serie. Nella progressione però la sceneggiatura si impiglia nella sua intricata trama, congestionata da troppe sottotracce che smettiamo presto di (in)seguire per concentrarci sull'intreccio principale e goderci lo spettacolo. Il dinamismo perpetuale di una storia che conosciamo già ma di cui l'epilogo ci sfugge costantemente.

Malgrado fatichi sovente a raccontare quello che vuole raccontare, il sesto episodio introduce apprezzabilmente l'umano nel corso di un'azione sovrumana, 'infiltrando' carne e gravità sulla superficie dell'eccitazione digitale. Alla sua seconda volta, l'autore americano ricorda allo spettatore che le acrobazie del suo eroe sono costantemente minacciate dal precipizio del loro fallimento. La meraviglia della performance di Tom Cruise nasce proprio dalla necessità d'improvvisare a partire da uno scacco che dall'adempimento perfetto di una prodezza. Nato sotto il segno dell'Odissea, Rogue Nation si muoveva invece sulle note della Turandot, MI6 è un periplo affollato di antagonisti, composto da avventure singolari e disseminato di crash test, collaudi d'impatto che Cruise insiste ad assolvere personalmente. Perché il corpo maltrattato è il prezzo da pagare a un cinema d'azione totalmente affrancato dalla materia dopo la rivoluzione digitale.

Tra geografie parigine e duelli verticali sul cielo del Kashmir, McQuarrie eplora l'IMAX nella vertigine (il salto sordo col paracadute), nell'immersione (la risoluzione 'altissima' che ci accomoda in elicottero accanto a Ethan) e nella profondità del protagonista che fa a pugni con Henry Cavill, superuomo della nuova Hollywood, e pace col suo passato. MI6 assicura una continuità coi capitoli precedenti proponendo una conclusione perfetta che affonda nel cuore diviso in due di Ethan Hunt e nel corpo acrobatico di Tom Cruise, lanciato in una corsa invasata contro i cattivi che vogliono detonare il mondo, contro il tempo che minaccia la sua giovinezza, contro quelli che non si piegano alla sua visione della saga.

Concetto, brand, mitologia del nostro tempo nata trent'anni fa con Coppola (I ragazzi della 56ª strada), l'attore non smette di esercitare il suo potere di attrazione al box-office, prolungando nel nuovo film il precedente secondo una legge di progressione continua. È lui a farci credere ossessivamente a un impossibile diventato routine, a offrirci una rappresentazione costantemente mobile di un agente segreto divenuto metafora del suo stesso mito, a correre nel fuoco di azioni intercambiabili, a lambire il burnout, a praticare l'autoironia sublimando il proprio straripamento, a rivelarsi un'altra volta immortale. Infilando Place de l'Étoile contromano o prendendo velocità sui tetti di Londra.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
VIDEO RECENSIONE
Cade, si spezza e si rialza di nuovo. Ritorna Ethan Hunt.
Overview di Emanuele Sacchi

Il video è divenuto in breve tempo virale. Tom Cruise, il 55enne che tuttora si rifiuta di ricorrere a degli stuntman per girare le scene d'azione, calcola male la distanza tra due edifici e si rompe la caviglia quando atterra dopo il balzo. Dapprima a immortalare l'incidente è stata una clip clandestina su YouTube e quindi il video ufficiale dell'incidente, commentato dallo stesso Cruise e dal cast del film al Graham Norton Show. Al solito autoironico e sorridente, Cruise ha agevolato un fermo immagine che chiarisce la dinamica della frattura, annunciando baldanzosamente la continuazione delle riprese. Nonostante i due mesi di stop la data di uscita di Mission: Impossible - Fallout è rimasta fissata per il 27 luglio 2018. Al pari di Jackie Chan, Tom non molla, sceglie di girare le scene d'azione in prima persona, più forte anche del tempo che avanza. E anziché abbassare l'asticella, l'attore aumenta i rischi, con uno stunt - si dice - mai tentato prima d'ora.

Il film in questione è ovviamente il sesto episodio di Mission: Impossible, dal titolo Fallout, a cui l'incidente di Cruise sul set ha fatto da volano promozionale.

Ritorna Ethan Hunt e, con lui, un cast di comprimari di lusso: Ving Rhames, Michelle Monaghan, Rebecca Ferguson, Simon Pegg, mentre abbandona Jeremy Renner, impegnato con gli Avengers della Marvel e le loro Infinity Wars). Ad annunciare titolo dell'episodio e uscita è stato lo stesso Cruise su Instagram, insieme a una foto di scena che ha già scatenato le più ardite elucubrazioni. Cruise si trova infatti aggrappato a un elicottero, apparentemente privo di pilota, mandato alla deriva tra le montagne norvegesi, ad un'altezza di 600 metri sopra i fiordi. Uno stunt che ha richiesto un anno di preparazione fisica per poter essere affrontato al meglio.

Ma di uomini d'acciaio in Fallout ce ne sono due. Il ruolo del villain è affidato stavolta a Henry Cavill, il Superman dell'universo cinematografico DC. Per meglio indossare le inconsuete vesti del "cattivo", Cavill sfoggia un paio di baffi inedito. Il cambio di look ha comportato delle difficoltà per il reshooting di alcune scene di Justice League, ma la Paramount si è imposta sulla Warner Bros: i baffi di Cavill non si potevano toccare. Si è resa necessaria una rimozione digitale dei baffi per il film DC, che ha richiesto così un costo altissimo di post-produzione.

Curiosa la coincidenza tra l'acronimo del sesto episodio, M:I6, e il nome dell'omonimo servizio segreto britannico, ma difficile che si trasformi in qualcosa più di un gioco di parole. Nonostante ciò, i loschi giochi all'interno dell'agenzia di Ethan Hunt possono ricordare da vicino quelli del "collega" James Bond, al servizio segreto di Sua Maestà. Tuttavia Mission: Impossible è un franchise nato per caso: pochi probabilmente avrebbero scommesso su una serie così longeva al tempo del primo film di Brian De Palma, ancor meno dopo il deludente sequel affidato a John Woo. Eppure è andata così, da un incipit mai visto prima - dopo il primo atto di Mission: Impossible vengono eliminati tutti i supposti comprimari di Hunt e quest'ultimo diviene un fuggiasco - sono nati sequel basati sul medesimo pattern di doppi e tripli giochi. Talpe, traditori e stunt incredibili sono diventati i segni distintivi di un franchise che sempre meno ha a che fare con l'omonima serie Tv degli anni Sessanta con Martin Landau.
Alla regia siede di nuovo Christopher McQuarrie, che con Cruise ha ormai sviluppato un'intesa speciale. McQuarrie ha già diretto l'attore in Jack Reacher e nel precedente episodio della serie di Ethan Hunt, ossia Mission: Impossible - Rogue Nation. Con Fallout arrivano a quattro le regie firmate da Christopher McQuarrie, mentre molte di più sono le sue sceneggiature. Tra queste è impossibile non citare il pluripremiato script di I soliti sospetti, che proietta nell'immaginario il mefistofelico personaggio di Keyser Söze.

Sei d'accordo con Emanuele Sacchi?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 4 settembre 2018
loland10

“Mission Impossible. Fallout” (id., 2018) di Christopher McQuarrie.               “Mission Impossible. Fallout” (id., 2018) è il quarto lungometraggio del regista-sceneggiatore del New Jersey, Christopher McQuarrie. Al sesto capitolo il franchising di M.I. e del suo eroe marchiano Ethan M.

mercoledì 26 settembre 2018
Winchester_94

 “Non c’è pace, senza una grande sofferenza”, sono queste le parole che vengono ripetute in Fallout, manifesto di un’atmosfera apocalittica, dove Ethan Hunt, che incarna la figura dell’eroe, attraverso la sofferenza, ricerca la redenzione e la pace. Dopo gli eventi di Rogue Nation e la cattura di Solomon Lane, in questo nuovo capitolo della saga, Hunt dovrà [...] Vai alla recensione »

lunedì 3 settembre 2018
barbonpubblico

L'inizio del film è spettacolare. Poi parte la sigla (tanta roba). Poi potete anche smettere di vederlo. La solita corsa contro il tempo per non far saltare in aria mezzo mondo, tanta velocità per non andare da nessuna parte, sceneggiatura prevedibile, monotona, noiosa, che non trasmette nulla di più rispetto agli altri capitoli.

giovedì 20 settembre 2018
Andrea

Ethan Hunt riceve nuovamente dei dettagli su una missione riguardante l'intercettazione di tre nuclei di plutonio. Sceglie quindi di unirsi alla propria squadra per cercare di salvare nuovamente il mondo da un efferato attacco terroristico.  Fra Parigi, Londra ed una regione semi sperduta del Pakistan, Ethan affronta l'"impossibile".

mercoledì 19 settembre 2018
esperando giova dale

Se già Rogue Nation soffriva del paragone con Protocollo Fantasma (che io reputo il migliore tra i capitoli assieme al primo), per questo Fallout è inevitabile il confronto con entrambi. Ed è inutile dire che perde malamente. Un prodotto veramente vuoto. Siamo lontani anni luce dalla qualità narrativa dei primi capitoli.

lunedì 17 settembre 2018
Fabio

La saga di M.I. non stanca mai e anche questa volta il mix è azzeccato. Nonostante gli anni passino inesorabilmente l'agente Hunt e Co. fanno ancora il loro dovere. Bisogna riconoscere che nell'ambito dei film d'azione/spionaggio M.I. è stato un costante successo tanto da superare i vari 007, Bourne e via dicendo. Merito di scelte produttive azzeccate (e qui un ulteriore merito [...] Vai alla recensione »

giovedì 13 settembre 2018
Stramonio70

Discreto sesto episodio della saga che si può considerare a tutti gli effetti il seguito del precedente Rogue Nation. Il cast infatti è lo stesso (villain incluso) con l'unico inserimento di un bravo Henry Cavill (al posto di Jeremy Renner) che in più di un'occasione finisce per rubare la scena allo stesso Cruise. Certo ormai gli inseguimenti cominciano a diventare ripetitivi [...] Vai alla recensione »

mercoledì 12 settembre 2018
samanta

Siamo alla sesta avventura di  Impossible Mission Force (IMF) branca speciale e autonoma della CIA e del suo agente di punta Ethan Hunt (Tom Cruise). Onestamente non ho visto tutti i film della saga mi mancano il terzo e il penultimo. La trama in questi film è abbastanza interscambiabile, in genere assai confusa come nel caso di Fallout: operano più soggetti l'IMF e la CIA alleati [...] Vai alla recensione »

mercoledì 12 settembre 2018
muttley72

Mi ripeto anche su questo ultimo episodio di "M:I Fallout"...un film ben realizzato, dunque la "promessa di qualità" del film è stata mantenuta, ma naturalmente , come capita in tutte le "serie" (es. anche in 007), nei vari film cambiano solo le ambientazioni, la storia, i particolari, alcuni attori, mentre rimane sempre uguale il "clichè" [...] Vai alla recensione »

lunedì 30 luglio 2018
ronin2_go

Premetto che sono un grande fan della serie e considero M:I2 uno dei capolavori del cinema d'azione. Detto questo, l'ultimo capitolo della serie, Fallout, lascia a desiderare. Ci sono recensioni che pregiano le scene d'azione mentre non salvano i dialoghi, ma io non mi sento di elogiare nemmeno quelle. E' un film forzato.È forzato, perché deve esserci quel cast, che deve riuscire nell'ennesima impresa [...] Vai alla recensione »

venerdì 28 settembre 2018
paocordi

Va bene che i film sono fiction tuttavia dovrebbero rappresentare al meglio la realtà. Alcune situazioni di questo action movie infatti appaiono fuori dalla logica della mente umana o dalle leggi della fisica. Solo alcuni esempi: ·         Hunt dopo aver salvato Luther lascia incustodita la valigetta col plutonio; ·      [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 settembre 2018
Flaw54

Tom  Cruise corre corre corre come in tutti suoi film, ma farebbe bene a fermarsi un po' a riflettere. Questi film ormai sono altamente ripetitivi, sempre uguali e si attorcigliano su storie sempre più oscure e difficili da capire. Nonostante questo il film non é dei peggiori, basta prenderlo con lo spirito giusto. Torno oggi a scrivere recensioni, ma è già il quinto [...] Vai alla recensione »

domenica 7 ottobre 2018
salvatorcik

Uno degli episodi più deludenti della saga. Praticamente solo inseguimenti e combattimenti. La storia è abbozzata e ben poco credibile. Ovviamente effetti speciali pirotecnici ma anche in questo caso un bel passo indietro rispetto al passato. Consigliato solo a chi li ha visti tutti come me.

mercoledì 5 settembre 2018
goldy

Arrendiamoci davanti al dato incontrovertibile che l'adrenalina occupa un posto in pol pisition per molti spettatori. Al cinema ci sta e si presta. Il film è il frutto di un insieme di professionalità straordinarie. Centinaia di miliardi investiti, troupe sparse nei continenti formati da straordinari artigiani, stunt-men, professionisti superspecializzati nelle tecnologie più [...] Vai alla recensione »

sabato 8 settembre 2018
carla86

Adoro tutti i film M:I ma questo è uno dei migliori. Azione ai massimi livelli , suspense , un pizzico di romanticismo ( che non guasta mai) e qualche battuta rendono il film un capolavoro del genere. Tom Cruise è sempre impeccabile , bello , forte e non si arrende mai. Ethan Hunt è uno dei suoi personaggi meglio riusciti.Henry Cavill è un giovane attore talentuoso , bello e affascinante che è stato [...] Vai alla recensione »

sabato 1 settembre 2018
GUSTIBUS

Dire che queste film annoia sarebbe una bugia!M.I.Fallout e'il sesto film della fortunata saga.L'astuzia del bravo C.Mc Quarrie(il regista)e'il susseguirsi di azione alla James Bond,la corsa olimpionica di Ethan Hunt(il bravo T.Cruise)che sembra a D.Craig in SKYFALL.C'e'anche molto spionaggio,guerra tra servizi segreti,Henry Cavill(Superman)non mi e'piaciuto,ma la trama verso [...] Vai alla recensione »

venerdì 31 agosto 2018
Vincenzo Ambriola

Ci risiamo, i cattivoni vogliono distruggere il pianeta e Ethan Hunt deve combatterli, affrontando imprese impossibili. CI riuscirà? Ovviamente la domanda è retorica e la salvezza arriverà all'ultimo secondo (mai una volta che manchi un minuto intero). Niente da dire su questo ennesimo episodio della saga, con inseguimenti, tradimenti, maschere, trappole elettroniche e informatiche. [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 settembre 2018
elpiezo

 Ethan Hunt nella missione più pirotecnica e intricata della saga. Una folle corsa sui tetti di Londra, un inseguimento nel centro di Parigi, un epico scontro finale a colpi di elicottero sulle alte cime di monti innevati. La frenetica ricerca del plutonio ed un’imminente minaccia nucleare rappresentano solo alcuni dei pregevoli aspetti narrativi sui quali posa un’impossibile [...] Vai alla recensione »

sabato 1 settembre 2018
Donatello

Ero scettico ma la versione 3D è stata una vera figata!!!!

mercoledì 29 agosto 2018
Danilo

Potra' non essere un genere freschissimo, ma se ti piace  quel genere ti piacerà sempre. Un po' come i cartoni animati per i piccoli o Guerre stellari ...........

Frasi
Ciò che è fatto è fatto, quando noi diciamo che è fatto.
Una frase di Ethan Hunt (Tom Cruise)
dal film Mission: Impossible - Fallout - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
domenica 16 settembre 2018
Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

Volete stare al gioco? Se la risposta è sì, non c'è alcun dubbio che vi divertirete. E molto. Arrivata al capitolo numero 6, la saga dell'indistruttibile agente speciale Ethan Hunt non conosce tentennamenti. Anzi, dimostra un'incredibile vitalità, rimescolando gli ingredienti che ne hanno fatto la più che ventennale fortuna. Merito, certamente, del physique du role di Tom Cruise, impegnato in un personale [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 agosto 2018
Roberto Nepoti
La Repubblica

Erede di una serie televisiva degli anni Sessanta, al cinema Mission: Impossible è diventato un franchise di successo grazie a un unico interprete, Tom Cruise, e a un gruppo di ottimi registi (Brian DePalma, John Woo, JJ Abrams, Brad Bird) dagli stili molto diversi. Con Mission: Impossible. Fallout è la prima volta che uno stesso cineasta, Christopher McQuarrie, torna sul luogo del delitto.

mercoledì 29 agosto 2018
Stefano Giani
Il Giornale

Tre anni fa era la droga e il gas nervino, oggi va di moda il plutonio - forse allusiva allitterazione di polonio - ma Ethan Hunt deve sgominare ancora il Sindacato. Non tema la Camusso. Trattasi di una branca della criminalità organizzata che vuol distruggere l'umanità perché «solo una grande sofferenza prelude a una grande pace». Mission impossible per antonomasia.

martedì 28 agosto 2018
Roselina Salemi
Tu Style

C'è del plutonio da recuperare e c'è da fingersi un altro. C'è un criminale utile in uno di quei complicati scambi tra cattivi. E c'è, come al solito, una talpa e una missione impossibile, C'è tutto quello che ci deve essere, al massimo livello, in Mission: Impossible-Fallout. Tom Cruise-Ethan Hunt in gran forma, inseguimenti in moto tra Notre-Dame e l'Arco di Trionfo, un «destruction derby" con gli [...] Vai alla recensione »

venerdì 31 agosto 2018
Richard Broody
The New Yorker

Nel suo saggio Una recensione letteraria, il filosofo danese Soren Kierkegaard denunciava la tendenza dell'epoca in cui viveva a soffocare le passioni, appiattendo audacia ed entusiasmo in vuoti esercizi e prove di abilità. Non sono sicuro che queste osservazioni possano essere rivolte al pubblico in generale, ma forse si possono rivolgere al curioso consenso con cui i critici hanno accolto il sesto [...] Vai alla recensione »

NEWS
VIDEO RECENSIONE
mercoledì 5 settembre 2018
A cura della redazione

Ethan Hunt riceve l'ordine di una nuova missione impossibile: recuperare una valigia di plutonio e scovare i cattivissimi che vogliono metterci le mani sopra. Cospirazioni, tradimenti, segreti governativi, doppio e triplo gioco condurranno Hunt e i suoi [...]

BOX OFFICE
sabato 1 settembre 2018
Andrea Chirichelli

Hotel Transylvania 3 - Una vacanza mostruosa anche ieri è riuscito a tenere a distanza Mission: Impossible - Fallout: 359mila euro contro 323mila. Il film animato è arrivato a quota 7 milioni, punta agli 8 per la fine del weekend e potrebbe diventare [...]

BOX OFFICE
giovedì 30 agosto 2018
Andrea Chirichelli

Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa vince la prima sfida con Mission: Impossible - Fallout: l'animato Warner porta a casa altri 423mila euro e vola a 6,3 milioni complessivi, mentre Tom Cruise apre con 353mila euro, un dato buono ma non eccezionale. [...]

BOX OFFICE
lunedì 6 agosto 2018
Andrea Chirichelli

La notizia del week end, almeno per quanto concerne gli USA, è che Black Panther (guarda la video recensione) ha finalmente superato i 700 milioni di dollari, un dato straordinario che Disney ha perseguito con notevole ostinazione, tenendo il film in [...]

BOX OFFICE
venerdì 3 agosto 2018
Andrea Chirichelli

Nessun cambiamento al box office italiano: Ocean's 8 è l'unico film che riesce a restare costantemente sopra alla soglia dei 100mila euro, seguito da Hereditary - Le radici del male, che gravita sempre attorno ai 50mila euro, mentre Skyscraper si ferma [...]

BOX OFFICE
lunedì 30 luglio 2018
Andrea Chirichelli

Fatta eccezione per l'Italia, che sta vivendo una negativa estate cinematografica, nel resto del mondo fioccano successi, record e incassi straordinari per tanti film molto diversi tra loro. Negli USA Tom Cruise e Mission: Impossible - Fallout aprono [...]

[LINK] TRAILER
mercoledì 16 maggio 2018
 

Ritorna Ethan Hunt (Tom Cruise) e, con lui, un cast di comprimari di lusso: Ving Rhames, Michelle Monaghan, Rebecca Ferguson, Simon Pegg, mentre abbandona Jeremy Renner. Il ruolo del villain è affidato stavolta a Henry Cavill, il Superman dell'universo [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati
Diese TV-Sendung hier kostenlos aufnehmen | NINETEC Platinum 10 G3 Quad-Core Aluminium Tablet PC 10 Zoll mit Keyboard | Sabyan Gambus - Ya Habibal Qolbi