Madam Secretary HDTV | Human Target | Elements Lab – Templates 3.3

Euforia

Film 2018 | Drammatico +13 115 min.

Anno2018
GenereDrammatico
ProduzioneItalia
Durata115 minuti
Al cinema90 sale cinematografiche
Regia diValeria Golino
AttoriRiccardo Scamarcio, Valerio Mastandrea, Isabella Ferrari, Valentina Cervi, Andrea Germani Marzia Ubaldi, Jasmine Trinca.
Uscitagiovedì 25 ottobre 2018
TagDa vedere 2018
Distribuzione01 Distribution
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,32 su 29 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Valeria Golino. Un film Da vedere 2018 con Riccardo Scamarcio, Valerio Mastandrea, Isabella Ferrari, Valentina Cervi, Andrea Germani. Cast completo Genere Drammatico - Italia, 2018, durata 115 minuti. Uscita cinema giovedì 25 ottobre 2018 distribuito da 01 Distribution. Oggi tra i film al cinema in 90 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,32 su 29 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Euforia tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

La vita obbliga due fratelli a riavvicinarsi: una situazione difficile diventa per Matteo ed Ettore l'occasione per conoscersi e scoprirsi, in un vortice di fragilità ed euforia. In Italia al Box Office Euforia ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 1,5 milioni di euro e 36,7 mila euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
3,32/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,14
PUBBLICO 3,33
CONSIGLIATO SÌ
CERCA IL FILM NEI CINEMA DI
|
Grandi attori per un'incursione nella commedia all'italiana. Senza l'ombra di pietismo o di facile ricorso alla commozione.
Recensione di Giancarlo Zappoli
martedì 15 maggio 2018
Recensione di Giancarlo Zappoli
martedì 15 maggio 2018

Matteo è un giovane imprenditore di successo, spregiudicato, affascinante e dinamico. Suo fratello Ettore vive ancora nella piccola cittadina di provincia dove entrambi sono nati e dove insegna alle scuole medie. È un uomo cauto, integro, che per non sbagliare si è sempre tenuto un passo indietro, nell'ombra. La scoperta di una malattia grave che ha colpito Ettore (della quale lo si vuole tenere all'oscuro) spinge Matteo a tornare a frequentarlo e ad occuparsi di lui.
Nelle note di regia è la stessa Golino ad offrire una definizione del termine che dà il titolo al film: "Si tratta di quella bella e pericolosa sensazione sperimentata dai subacquei nelle grandi profondità: un sentimento di assoluta felicità e di libertà totale".

È una sensazione che deve essere immediatamente seguita dalla decisione di raggiungere la superficie prima che sia troppo tardi, prima di perdersi per sempre negli abissi.
Valeria Golino

Dopo Miele la Golino torna ad affrontare il tema della malattia che può portare alla morte affrontandolo però da una prospettiva totalmente diversa e avvalendosi delle prestazioni di due (possiamo dirlo) grandi attori che rispondono ai nomi di Riccardo Scamarcio e Valerio Mastandrea. Il primo riesce ad offrire al suo Matteo tutte le sfumature di un carattere complesso perfettamente inserito in un mondo che si muove in precario equilibrio tra autogiustificazioni professionali (i nuovi campi profughi) e un'insoddisfazione di fondo tacitata con sesso e droghe.

Mastandrea (avvalendosi anche dell'importante esperienza della più che interessante La linea verticale, serie tv diretta e scritta da Mattia Torre) entra non solo nei panni ma direttamente nei pensieri di un Ettore che prende progressivamente coscienza della propria malattia.

Non c'è ombra di pietismo o di facile ricorso alla commozione nella sceneggiatura e nello sguardo registico di questo film. C'è invece, ed è intenso, il ricercare il valore dei piccoli gesti (le punte delle dita che si toccano, un sorriso fugace nello specchio di un locale) all'interno di una riflessione più ampia su come l'irrompere di una malattia modifichi le dinamiche relazionali portando allo scoperto nodi irrisolti ma anche aprendo spazio a un nuovo modo di guardare all'altro.

Tutto questo in un variare di accenti che toccano punte drammatiche ma sanno anche compiere un'incursione nella commedia all'italiana con un viaggio alla ricerca di un possibile 'miracolo'.

VIDEO RECENSIONE
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 29 ottobre 2018
Maurizio.Meres

La bravissima Valeria Golino con questo film si conferma come una regista molto sensibile alle problematiche della vita intese come sofferenze della salute senza mai impietosire ma sempre con un ottimismo che sfiora l'eccitazione di chi scopre per la prima volta l'amore per tutti e per tutto,in una gioia di vivere. Film tecnicamente perfetto,riprese sempre in primo piano con particolare tendenza [...] Vai alla recensione »

lunedì 29 ottobre 2018
Flyanto

 Euforia”, l’ultimo film diretto dall’attrice Valeria Golino, racconta di un uomo d’affari ben avviato nella propria professione (Riccardo Scamarcio) che vive la sua quotidianità, e soprattutto i giorni a venire dopo la dolorosa notizia del fratello (Valerio Mastandrea) affetto da un tumore al cervello ad uno stadio ormai avanzato, in uno stato di eccitazione psico-fisica [...] Vai alla recensione »

domenica 28 ottobre 2018
Flaw54

Veramente un bel film. Triste secondo il cliché del cinema italiano, ma recitato dai due protagonisti e dagli attori di contorno in modo splendido. Scamarcio è una rivelazione e anche Mastrandrea è meno monolitico e capace di momenti fortemente ironici pur nella tragicità della vicenda. La Golino sa affrontare temi ancora difficili con delicatezza e non sfrutta la storia [...] Vai alla recensione »

domenica 28 ottobre 2018
loland10

Euforia” (2018) è il secondo lungometraggio dell’attrice-regista Valeria Golino. Che dire di una regista che dopo un’esperienza vistosa di attrice in lungo e in largo si permette di girare un paio di lungometraggi che già recitano nel ricordo di un cinema italiano non certo al meglio che cerca, o vuole farlo, storie ridotte e diverse, miste e fuori dai gangheri.

martedì 13 novembre 2018
PINTAZ

Matteo per vivere liberamente la propria omosessualità acquista un attico a Roma e, attraverso la sua infantile leggerezza, fa in modo che la personale navigazione giornaliera sia un’eterna festa per allontanare la propria ipocondria e accontentare, anche solo con un bicchiere di vino, la truppa di amici che lo circonda. Volutamente cercati, da parte della regista, i riferimenti [...] Vai alla recensione »

domenica 4 novembre 2018
alesimoni

Film ottimo di una regista sempre più brava, sensibile e attenta, esaltato dalla migliore perfomance in carriera di un finalmente strepitoso Riccardo Scamarcio. Si ride (moltissimo) e si piange come nei migliori film della nostra gloriosa tradizione cinematografica, la regia è equilibrata e indugia sui particolari, sulle sfumature di colore e sugli sguardi.

giovedì 1 novembre 2018
francesca meneghetti

Si deve dar atto a Valeria Golino di due meriti. Anzitutto, ha avuto il coraggio di affrontare un tema tanto praticato da configurare un genere vero e proprio (Cancer movies), che annovera decine di opere (il filosofo Luciano De Fiore, nel suo “Cinema e oncologia” ne considera circa ottanta). Difficile essere originali ed evitare ripetizioni, oltre che sentimentalismi ed eccessi di pathos.

domenica 28 ottobre 2018
andilento

Tra fratelli maschi si parla poco, ci si trova spesso a doverlo fare proprio nelle situazioni peggiori, lutti o malattie. Si resta in bilico tra confidenza ed estraneità, tenerezza mascherata e cattiveria ostentata. Direi che Valeria Golino si è dimostrata piuttosto abile nel dosare sentimenti così estremi e delicati, facilitata dall'ironia graffiante di Mastandrea e dall'affiat [...] Vai alla recensione »

lunedì 29 ottobre 2018
kimkiduk

Che dire .... Valeria ci hai provato. Il cinema italiano spesso è strutturato da fiction tv. Gli attori recitano con tempi e modi da tv. I dialoghi e le situazioni da tv. La Golino mette qualche cucchiaino di sale in più soprattutto nel tentativo di cura delle immagini e dei personaggi. Ho trovato la figura di Matteo molto interessante e quella di Ettore ritagliata intorno ad un Mastandrea [...] Vai alla recensione »

mercoledì 31 ottobre 2018
cardclau

Nel film Euforia (dal dizionario Treccani, euforia: sensazione, reale o illusoria, di benessere somatico e psichico che si traduce in un più vivace fervore ideativo, maggiore recettività per gli aspetti positivi o favorevoli dell'ambiente circostante e degli eventi, con tendenza a interpretazioni ottimistiche) la regista Valeria Golino, all’esatto contrario, si confronta [...] Vai alla recensione »

sabato 27 ottobre 2018
Robyman

Un film meraviglioso, poeticissimo, divertente ed emozionante allo stesso tempo. Una storia di Amore vero tra due fratelli, un messaggio bellissimo e mai scontato. La recitazione e la regia da brividi, dalla prima all’ultima scena. Era tanto tempo che non andavo al cinema e sono contento di esserci andato in questa occasione. Grazie

venerdì 26 ottobre 2018
Marco

Film emozionante, stupendo con attori che illuminano lo schermo

sabato 3 novembre 2018
Emanuele 1968

Penso sia uno buon film, probabilmente una storia vera, la malattia, come si suol dire "un fulmine a ciel sereno", peccato vederlo da soli, ottimo nei cineforum con dibattito finale.

venerdì 2 novembre 2018
Emma pumpo

Film delicato divertente drammatico mai scontato penso che Valerio sia una grandissima regista i due attori una conferma che gli attori italiani straordinari 😍 la frase più bella la bellezza cura la bellezza

martedì 30 ottobre 2018
goldy

Il film si farà ricordare per l'errore davvero incredibile  che confonde Lourdes con Majugornie. Altro da ricordare non c'è.  Una storia che si accoda a parecchie altre  dai   contenuti molto simili. Scamarcio  ripete il suo ruolo di fratello gay e  il volto di Mastrandrea  restituisce  tutta la disperazione che promette.

venerdì 2 novembre 2018
andrea caravario

 Mi dispiace di non avere potuto assistere alla scena finale, ma me ne sono andato a metà film, trovandolo estremamente pesante e privo di coinvolgimento. Solo la bravura dei protagonisti non mi ha fatto uscire ancora prima. I buoni propositi della regista vengono vanificati da un ritmo lento e costellato da particolari insignificanti

Frasi
La bellezza protegge la bellezza
Una frase di Matteo (Riccardo Scamarcio)
dal film Euforia
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 25 ottobre 2018
Emiliano Morreale
La Repubblica

II titolo del film è evidentemente antifrastico: anche se in qualche scena si sorride, c'è ben poco di euforico nella vita dei personaggi. Semmai, per uno di loro, l'imprenditore Matteo (Scamarcio), si tratta di un'euforia di facciata, di una volontà di agire e di controllare chi gli sta intorno, sul lavoro e nella vita privata (Matteo è omosessuale, frequentatore di marchette e casto convivente con [...] Vai alla recensione »

giovedì 25 ottobre 2018
Antonello Catacchio
Il Manifesto

Valeria Golino è passata dal Miele all'Euforia, senza prendere troppo le distanze dalla malattia che rende fragili. Questa volta protagonisti sono due fratelli. Matteo (Riccardo Scamarcio) creatore di eventi, cocainomane, gay, gaudente, vive sotto effetto di quell'euforia indotta dal denaro che ti permette sempre tutto. Ettore (Valerio Mastandrea) è fatto di un'altra pasta, insegna ancora al paese, [...] Vai alla recensione »

giovedì 25 ottobre 2018
Franco Montini
Trova Roma

Due fratelli, Matteo, imprenditore di successo, omosessuale, spregiudicato, bulimico nei confronti della vita, e Ettore, insegnante, riservato, timido, profondamente onesto. Vivono esistenze diverse, che sembrano destinate a non incontrarsi mai, finché a riavvicinarli è la malattia di Ettore, che, per seguire le cure necessarie a combattere un tumore, dalla provincia deve trasferirsi a Roma, ospite [...] Vai alla recensione »

sabato 3 novembre 2018
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Miele" raccontava Jasmine Trinca angelo sterminatore a domicilio. Malattia e morte anche qui, con il fratello ricco Riccardo Scamarcio e il fratello sfigato Valerio Mastandrea. Uno fa l'imprenditore e vive a Roma nell'attico. L'altro sta al paesello e insegna nelle scuole. L'ignorante comunque traffica con il patrimonio artistico (questa parte sembra scritta da Tomaso Montanari, convinto la vera arte [...] Vai alla recensione »

giovedì 25 ottobre 2018
Valerio Caprara
Il Mattino

Alla seconda prova dietro la macchina da presa (cinque anni dopo «Miele»), Valeria Golino si conferma dotata di una mano ferma e intensa nonché, com'è in fondo logico, assai sensibile e inclusiva nel rapporto con gli interpreti. «Euforia», in effetti, è un film fragile e sommesso e limitandosi a soppesarne la trama anche un po' scontato, ma il limite complessivo può tramutarsi in pregio qualora serva [...] Vai alla recensione »

domenica 28 ottobre 2018
Eugenio Arcidiacono
Famiglia Cristiana

Dopo Miele centrato sul tema del suicidio assistito, Valeria Golino per la sua seconda prova da regista sceglie di confrontarsi con un altro dilemma etico che ha a che fare con la morte: cosa fare se si scopre che una persona cara è condannata da una malattia? Matteo (Riccardo Scamarcio) decide di non dire nulla al fratello Ettore (Valerio Mastandrea), che ha un cancro al cervello.

giovedì 25 ottobre 2018
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Scamarcio veste i panni di Matteo, un imprenditore di successo, benestante, esuberante, euforico (e non solo per la droga che sniffa), omosessuale dichiarato, con sempre tanta voglia di fare. L'opposto del fratello Ettore (Mastandrea) che, invece, è uno prudente, timoroso del giudizio altrui, schivo. Il risultato è una vita dignitosa, ma modesta. Due persone, quindi, molto lontane tra loro che, però, [...] Vai alla recensione »

NEWS
SPLENDOR
lunedì 5 novembre 2018
 

La sesta puntata di Splendor è strapiena di talento femminile con Valeria Golino, Francesca Inaudi e Michela De Rossi. L'ospite musicale è Mimosa. Valeria Golino è tra le registe italiane più apprezzate, capace anche di conquistare il pubblico.

BOX OFFICE
domenica 28 ottobre 2018
Andrea Chirichelli

Halloween stacca A Star is Born (guarda la video recensione) e chiude il sabato con 460mila euro, un dato che lo porta abbastanza vicino al milione di euro, cifra che dovrebbe superare nella giornata di oggi.

BOX OFFICE
sabato 27 ottobre 2018
Andrea Chirichelli

Halloween resta in testa al boxoffice italiano, ma A Star is Born (guarda la video recensione) non molla. L'horror ieri ha incassato altri 180mila euro e dovrebbe chiudere il weekend con più di 1 milione di euro, mentre A Star is Born aggiunge altri [...]

VIDEO RECENSIONE
mercoledì 24 ottobre 2018
A cura della redazione

Matteo è un giovane e affascinante imprenditore di successo. Suo fratello Ettore vive ancora nella cittadina di provincia dove entrambi sono nati e insegna alle scuole medie: è un uomo cauto, integro, che per non sbagliare si è sempre tenuto un passo [...]

VIDEO
martedì 23 ottobre 2018
 

Matteo (Riccardo Scamarcio) è un giovane imprenditore di successo, spregiudicato, affascinante e dinamico. Suo fratello Ettore (Valerio Mastandrea) vive ancora nella piccola cittadina di provincia dove entrambi sono nati e insegna alle scuole medie.

TRAILER
venerdì 28 settembre 2018
 

Matteo è un giovane imprenditore di successo, spregiudicato, affascinante e dinamico. Suo fratello Ettore vive ancora nella piccola cittadina di provincia dove entrambi sono nati e dove insegna alle scuole medie.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati