Aquaman

Film 2018 | Azione, Avventura, Fantasy 143 min.

Regia di James Wan. Un film con Jason Momoa, Amber Heard, Willem Dafoe, Patrick Wilson, Dolph Lundgren, Yahya Abdul-Mateen II. Cast completo Titolo originale: Aquaman. Genere Azione, Avventura, Fantasy - USA, 2018, durata 143 minuti. Uscita cinema martedì 1 gennaio 2019 distribuito da Warner Bros Italia. Oggi tra i film al cinema in 151 sale cinematografiche - MYmonetro 2,80 su 33 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Aquaman tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

La storia delle origini di Arthur Curry, metà umano e metà atlantideo, il viaggio della sua vita che, non solo lo costringerà ad affrontare chi è veramente, ma anche a scoprire se è degno di essere ciò per cui è nato. Aquaman è 10° in classifica al Box Office, ieri ha incassato € 43.009,00 e registrato 7.785 presenze.

Consigliato sì!
2,80/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,08
PUBBLICO 3,82
CONSIGLIATO SÌ
CERCA IL FILM NEI CINEMA DI
|
Un'epica kitsch e subacquea che cerca di non prendersi sul serio, ma non resiste ad andare per le lunghe.
Recensione di Andrea Fornasiero
giovedì 20 dicembre 2018
Recensione di Andrea Fornasiero
giovedì 20 dicembre 2018

Arthur è figlio di Tom, guardiano di un faro, e Atlanna, nientemeno che regina di Atlantide. L'unione dei due è però clandestina, tanto che per salvare il figlio Atlanna accetterà di farsi giudicare nella città subacquea, che la giustizierà consegnandola al più feroce dei popoli sottomarini. Arthur cresce imparando in segreto da Vulko, consigliere del re e di suo figlio Orm, i segreti di Atlantide, ma da adulto preferisce stare lontano dalla città sommersa e si limita a compiere gesta eroiche in mare, come salvare un sottomarino da un team di pirati. Qui finisce per lasciare morire uno di loro e il figlio giura vendetta, tanto da allearsi con il fratellastro di Arthur, Orm. Nel mentre la figlia di Re Nereus, Mera, cerca di convincere Arthur ad abbracciare il suo retaggio di regale atlantideo per scongiurare una guerra, ma per riuscire in questo piano sarà necessario ritrovare il perduto tridente di Atlan.

Un viaggio dell'eroe da manuale, con tanto di protagonista inizialmente riluttante, e controparte femminile saggia e intelligente. Tutto però è risaputo e il livello della scrittura e la roboante messa in scena, non basta a elevare Aquaman a vera epica né a renderlo un trascinante divertimento.

Il tragitto dell'eroe è così chiaro che, in caso lo spettatore non l'avesse capito, in una delle prime scene il padre suggerisce di chiamarlo Arthur «come Re Artù», infatti come lui finirà per ottenere la corona solo dopo aver recuperato un'arma inaccessibile a tutti tranne che al prescelto. In casi come questi, oltre alla simpatia del protagonista che pur Jason Momoa cerca di metterci, a fare la differenza sono i personaggi di contorno e soprattutto i villain. I primi non brillano, sia per le interpretazioni senza carisma, sia perché di loro anche alla fine del film non sappiamo nulla. Non abbiamo idea per esempio di come sia il regno da cui viene Mera né di come abbia maturato i propri ideali e ancora meno sappiamo di Vulko, se non che era segretamente fedele ad Atlanna. Il villain principale, Re Orm, è poi l'antitesi di Arthur, fin dal look ariano e dall'ossessione per la corona, ma se dell'educazione di Arthur sappiamo che ha avuto un padre premuroso, di quella di Orm ci è ignoto tutto.

Proprio il re marito di Atlanna è infatti il pezzo mancante del puzzle, evocato ma mai descritto né messo in scena. Così il vero contraltare di Arthur finisce per essere il pirata Manta (interpretato da uno sfortunato Yahya Abdul-Mateen II spesso coperto da un casco), di cui vediamo la morte del genitore. Si tratta però di un personaggio che nasce cattivo e avido, uccide innocenti per capriccio e non ha nulla di tragico. Arthur si cruccerà di aver causato l'ossessione del pirata nei suoi confronti, ma finisce lì. Per un film dove il tema cruciale sarebbe l'eredità si fa ben poco per svilupparlo, tutto viene dato per scontato e si seguono formule arcinote, sperando che bastino gli effetti speciali, qualche battuta e un po' di ammiccamento sexy.

Il regista James Wan azzecca alcune buone sequenze d'azione, in particolare l'inseguimento nella cittadina siciliana di Erice (che però riprende l'inquadratura a seguire di un personaggio in armatura che sfonda le pareti dal G.I. Joe di Stephen Sommers) e la battaglia finale, ma in linea di massima non c'è alcuna tensione e la computer graphic è così onnipresente da rendere tutto fasullo.

Sembra quasi che per rendere meno improbabile il look tradizionale del protagonista, con pantalone verde e maglia arancione, Wan abbia deciso di sparare tutti i colori fino all'eccesso. I suoi abissi sono più bioluminescenti di una foresta di Pandora (il pianeta di Avatar), Atlantide è un tripudio di luci e le regge sono di un bianco assoluto, come fossero costruite in avorio, mentre i capelli di Mera sono di un rosso persino più carico di quello che sfoggia nei fumetti, tanto da oscurare la sua tuta verde. Il risultato è palesemente kitsch e del resto anche il commento musicale, fin dalle prime scene con sottolineature quasi comiche, non si trattiene mai. Il non plus ultra arriva al momento del bacio, in mezzo alla battaglia dove le esplosioni fanno da fuoco d'artificio mentre la musica monta e la macchina da presa ruota intorno ai due. Non che da Aquaman ci si aspettasse sobrietà, però un registro del genere, oltre a spegnere l'epica, diventa sfiancante se mantenuto per la durata monstre di due ore e venti.

Non mancano poi passaggi di sceneggiatura assurdi, per esempio la capacità di localizzare Mera degli atlantidei è così formidabile da trovarla su un aereo mentre sorvola il Sahara (probabilmente uno dei punti più lontani dagli abissi marini sull'intera Terra), ma misteriosamente non la individua dentro il ventre di una balena a due passi da Atlantide. Viene inoltre rimproverato ad Arthur di sfidare a duello Orm, ma il piano di Mera e Vulko era già stato compromesso, quindi non si capisce cos'altro avrebbe dovuto fare. E la sciatteria della scrittura si vede anche nei dettagli, come la fasciatura di Atlanna sopra la sua tuta argentea o come quando i cattivissimi pirati si prendono una pausa, mentre invadono un sottomarino, perché il padre dia tutto orgoglioso al figlio il coltello di famiglia. Ovviamente poco dopo morirà, come nel più trito dei luoghi comuni. Per altro sarebbe tranquillamente bastato un flashback con quella scena in un altro momento, ricordata dopo la sua morte, per rendere il tutto meno prevedibile e improbabile.

Al film va comunque riconosciuta una gran varietà di scenari, situazioni e popolazioni, tra città sottomarine, branchi di voraci umanoidi simili a piranha, un mondo segreto con tanto di dinosauri e, immancabile, il Kraken, che ha una voce telepatica femminile (in lingua originale quella di Julie Andrews). Aquaman fa inoltre davvero tutto il possibile per essere al passo con i tempi del #metoo, così a ogni azione dell'eroe ne corrisponde almeno una di Mera, che partecipa a tutte le sue battaglie con i propri poteri e prende spesso l'iniziativa.

Si tratta probabilmente del più compiuto film sugli eroi DC Comics dai Batman di Christopher Nolan, ma la durata, i ralenti, i mantelli svolazzanti pure sottacqua e un'enfasi nella messa in scena che crede di bastare a se stessa, sono ancora dalle parti di Zack Snyder, infatti accreditato fra i produttori. Per quanto provati comunque non uscite all'inizio dei titoli di coda: a metà dei credits si trova la consueta scena extra, questa volta dedicata a preparare il già annunciato sequel.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?
VIDEO RECENSIONE
Jason Momoa è Aquaman.
Overview di Gabriele Niola

Non ci sono andati piano con i paragoni per la promozione di Aquaman. Le prime notizie arrivate dalla produzione parlano di una storia di ricerca, nello spirito di I predatori dell'arca perduta e All'inseguimento della pietra verde. Né le notizie arrivate in seguito sono state di segno diverso. Aquaman sarà un tassello non da poco nell'universo condiviso DC. Mostrato per la prima volta in Batman vs Superman e poi parte di Justice League, il personaggio interpretato da Jason Momoa per il primo film a sé dedicato sfodererà probabilmente un atteggiamento inusuale per il cinema DC. Il grande universo supervisionato da Zack Snyder si è fatto notare per il suo mood cupo, per una certa serietà di fondo che non era sconosciuta ai Batman di Christopher Nolan e che sta dall'altra parte dello spettro cinefumettistico rispetto all'approccio Marvel Studios. Aquaman dovrebbe invece distaccarsene o almeno mitigare un po' questa componente. Mai accettato sulla terraferma e non gradito nemmeno ad Atlantide, Aquaman è un meticcio, che ha in comune con molta parte della cittadinanza americana una condizione di mezzo, la non appartenenza e l'esigenza di fondare da sé il proprio retaggio culturale.

Come ogni origin story che si rispetti Aquaman racconterà il processo di creazione di un eroe, uno che passa necessariamente per la malagestione dei nuovi poteri e per la formazione di un uomo che da giovane e immaturo finisce con il diventare re perdendo molto e capendo parecchio. La dinamica fondata sulla carta e portata al cinema così bene in questi anni, avrà a che vedere come in tutti gli altri film con l'eccitazione del potere e il peso della responsabilità.

Siamo abituati a questo arco narrativo ma James Wan, il regista di Insidious e L'evocazione, sembra voglia puntare su una componente su cui raramente si pone il riflettore, cioè quanto Aquaman sia un personaggio sottovalutato. Lo è nella sua realtà ma anche nella nostra, visto che non si tratta propriamente di un personaggio di punta della DC, anzi è abbastanza sbeffeggiato da fan e colleghi. Prendendo spunto da I nuovi 52, il rilancio fumettistico dell'universo DC, Aquaman sarà abbastanza tosto e cool ma con una gran componente di ironia che Wan intende iniettare nelle sue storie. Di certo la scelta di un attore grosso e imponente come Jason Momoa, abbonato a ruoli duri e che incutono timore avrà una parte importante nel disegnare le caratteristiche del personaggio. Del resto non mancheranno nemmeno i personaggi classici della serie, da Mera (interpretata da Amber Heard) al villain del film, cioè il fratellastro di Aquaman Orma Marius (interpretato da Patrick Wilson), fino ad Atlanna (interpretata da Nicole Kidman) e Nuidis Vulko (interpretato da Willem Dafoe).


AQUAMAN disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€16,99 €19,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 12 gennaio 2019
laurence316

A seguito del totale fallimento, sia in termini di qualità che d’incasso, di Justice League, la DC ritenta ancora, per l’ennesima volta. Di risollevarsi, certo, ma anche, si suppone, di creare qualcosa di diverso, staccandosi dall’esempio offerto dai film diretti da Snyder, cupi e tremendamente seriosi pur non aven­do la statura di un Cavaliere oscuro.

giovedì 10 gennaio 2019
samanta

Il film si presenta più che un sequel di Justice League come un spin off, il personaggio Acquaman, uno degli eroi di DC Comics, che era uno dei 6 dotati di superpoteri diventa il personaggio centrale unico. Il film si diferenzia dal precedente Justice League, che non aveva avuto successo di critica né commerciale, perché evidentemente i produttori hanno cambiato rotta e soprattutto [...] Vai alla recensione »

lunedì 7 gennaio 2019
Lovitzz

Partiamo dal presupposto che non è un film perfetto. La sceneggiatura, per quanto risulti efficace, è davvero molto semlice, e il film non riesce proprio a fare a meno di voler andare per le lunghe. Nonostante ciò bisogna dire che quest' opera è un vero spettacolo per gli occhi, con un attenzione mozzafiato per i dettagli, un ottimo sviluppo e caratterizzazione dei personaggi (specialmente re Orm) [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 gennaio 2019
Umberto

 Dopo Wonder Woman, ecco la storia del re degli oceani, altro componente della Justice League. Sinceramente non ero rimasto molto soddisfatto da come veniva proposto il personaggio nel film che narrava la nascita della squadra dei giustizieri DC Comics, reputandolo troppo distante,se non proprio opposto, nella fisionomia e nei modi da quello del fumetto originale.

sabato 12 gennaio 2019
Luca Capaccioli

Era il 2013 quando sbarcò nei cinema Man of Steel, il primo adattamento di quello che oggi è noto con il nome di DC Extended Universe, l'equivalente dell'universo condiviso dei Marvel Studios. Nel tempo si sono susseguiti non pochi adattamenti, di cui alcuni riusciti (Wonder Woman), mentre altri si sono rivelati disastrosi (Suicide Squad).

domenica 6 gennaio 2019
Ale0Crysis

Che dire la mano di James Wan si vede eccome. Uno dei migliori registi che amo e adoro dai tempi di Saw prima e L'Evocazione poi. Riesce in qualche modo sempre a stupirti pur trattandp generi diversi. È un film che racchiude un po di tutto : "Il Signore degli Anelli, Harry Potter, Star Wars, Indiana Jones, Titanic, Jurassic Park, Thor, Avengers e Avatar (sott'acqua).

giovedì 3 gennaio 2019
Ilamar

Film stupendo! La storia è ben raccontata, parte dall'inizio dalla sua nascita fino all'età adulta in cui è ormai capace di gestire i suoi poteri. Pur essendo un atlantideo sceglie di vivere sulla terra con il padre, fino a quando il suo ritorno negli abissi non diventa necessario. Scenografie ed effetti speciali al TOP! Jason è  poco espressivo ma incarna [...] Vai alla recensione »

giovedì 3 gennaio 2019
Fulvio

Bel film, scorrevole piacevole con alcune battute ben riuscite!Sicuramente 2 ore che passano in fretta per gli amanti del genere, non si rimane delusi anzi, il film rende bene sul grande schermo, combattimenti in acqua meravigliosi degni di Hollywood, interpretazioni credibili danno vita a un film che merita le 4 stelle a parer mio.

mercoledì 2 gennaio 2019
Steve Max

Aquaman non è il classico cinecomic. E' qualcosa di più: un film d'avventura, un fatasy, un film che ricorda alcuni grandi classici come Indiana Jones, Star Wars, Il signore degli anelli e anche Jurassic Park. Questo film è un immersione in un mondo fanastico, ricco di  creature, personaggi e paesaggi fantasy, un film che, nonostante le 2 ore e 20 circa, non annoia [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 gennaio 2019
Glauko Barbagallo

 Nel mare sterminato del fallimento della DC, in mezzo a relitti di galeoni dall'enorme potenziale guidati da folli e inetti capitani verso rovina certa, sembrava che la sfida con la superpotenza della Marvel fosse ormai definitivamente perduta, come quella di una triglia davanti a un kraken. Ed effettivamente è così. Ma nell'abisso il marinaio coraggioso può comunque [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 gennaio 2019
K. S. Stanislavskij

Diciamolo subito, il film ha ottimi punti di forza che ne fanno uno spettacolo godibilissimo e fanno dimenticare difetti, incogruenze e limiti, ma siamo sul lato ben positivo dello spettro di valutazione: 1) innanzitutto LUi...Jason Momoa , "fisicduròl" perfetto, potenza, fascino e guasconismo da grande star, perfetto per un ruolo per cui sembra nato ed è il cuore del film, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 gennaio 2019
Dany96

Ragazzi questo film è da non perdere. Fantastico, spumeggiante, battaglie epiche a da mozzafiato. Questo film vi farà incollare al monitor. Perfetto il binomio tra trama e azione. Gli scontri sono da lasciarti a bocca aperta, trovo bellissimo lo scontro che si crea tra Acquaman e suo fratello per l'ascesa al trono di Atlantide. Sono pochi i film che nel vederli provo stupore ed emozioni che mi fanno [...] Vai alla recensione »

lunedì 7 gennaio 2019
Inesperto

Nella prima parte, il film è talmente ordinato, lineare, rispettoso dello schema classico che deve seguire un film di supereroi, da sembrare il compitino svolto dal primo della classe. Non che sia una cosa negativa, considerati i bidoni che si possono incontrare in una sala cinematografica, tuttavia manca di carattere. Nella seconda parte, con l'esplosione degli effetti speciali, anche il [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 gennaio 2019
Peppy86

Dopo il terribile Suicide Squad e i catastrofici film di Snyder, James Wan riesce a dirigere una pellicola visivamente appagante e dall'ampio respiro narrativo. Combattienti divertenti, ben diretti e scene d'azione chiare ed efficaci. Inquadrature sui primi piani ferme e capi lunghi nelle scene di guerra. Niente tremolii o zoom insensati a cui ci aveva abituati Snyder.

giovedì 3 gennaio 2019
cinepresi

Unico degno di nota è il protagonista che con qualche battuta smorza le 2ore e 23 minuti di film. Tutti gli altri personaggi, seppur interpretati da grandi attori, fanno solo da mite contorno. Notevole la computer grafica anche se non sempre perfetta e molte volte confusionaria. Troppo lungo da raccontare, pur avendo un ritmo crescente, non coinvolge veramente lo spettatore.

domenica 6 gennaio 2019
GUSTIBUS

Se ho scritto ibrido non pensate male,in fondo Aquaman ha la mamma che proviene da Atlantide e il papi che e' il guardiano del faro,quindi umano.James Wan,il regista ci mette il massimo impegno per realizzare questo film fantasy,ma il personaggio gia'si conosceva per precedenti film Marvel.145minuti di racconto molto marino e poco terrestre.

domenica 6 gennaio 2019
Alcofribas

Nel suo genere, uno dei migliori film sui supereroi di sempre. Andando a vederlo, mi aspettavo i soliti buchi di trama, le assurdità (tipo nell’ultimo Avengers capitan America che blocca il pugno di Thanos, il quale poco prima aveva preso a ceffoni Hulk...), i pasticci fatti apposta per giustificare l’effetto speciale, per far dimenticare che non c’è una storia.

domenica 6 gennaio 2019
Leonardo65

Il film spacca anche se non si è appassionati del relativo fumetto. Oltre ad essere il miglior film della DC Comics finora prodotto, bisogna riconoscere che sbaraglia parecchi (ma parecchi) film Marvel. Sono stati presi tutti gli ingredienti migliori del personaggio, villains compresi. Tant'è vero sarà difficile poter superare il successo di questo film nel probabilissimo ormai [...] Vai alla recensione »

giovedì 10 gennaio 2019
elpiezo

Metà uomo e metà atlantideo, Aquaman affronta l’ostico cammino della propria esistenza per garantire un’armoniosa coesione tra il regno terrestre e quello subacqueo. L’epica ascesa del forzuto e stravagante eroe è un tripudio di azione ed avvenenza che si astiene volutamente a qualunque forma di realismo a favore di un seducente circo scintillante che inevitabilmente [...] Vai alla recensione »

martedì 8 gennaio 2019
Francesco Nenna

Uno dei migliori film tratto da un fumetto... e unico nel suo genere, inimitabile...nessuno come James, il migliore. Film per tutti. Consigliatissimo. Grandioso

sabato 19 gennaio 2019
Filippo

Al cinema vado quasi esclusivamente a guardare film che per effetti speciali rendono indubbiamente meglio rispetto alla TV, quindi i vari Marvel e DC li ho visti quasi tutti. Posso affermare con certezza che questo film è il peggiore in assoluto. Due ore di stupidaggini e insulsaggini intervallate da una computer grafica di buon pregio ma dal gusto trash che più trash non si può [...] Vai alla recensione »

martedì 8 gennaio 2019
christiano1992a

a me mi e piaciuto tantissimo il film non ce niente che mi ha deluso

martedì 8 gennaio 2019
christiano1992a

film troppo bello ve lo consiglio e un film che merita 5 stelle bellissimo tutto anche gli effetti speciali vederlo al cinema e stato bellissimo guardatelo

sabato 5 gennaio 2019
Mario88

Colori,effettispeciali, addominali, batutte avulse dal contesto, tante scene copiate(male) da altri film famosi, villain banali, finale scontato come i peggior "musicherelli" degli anni '60. Almeno una morale?  Andato per pura curiosità verso l'universo DC. Grazie, adesso sono sicuro che questo sia un film per bambini dato come si sviluppano i personaggi secondari, [...] Vai alla recensione »

FOCUS
INCONTRI
martedì 22 gennaio 2019
 

Arthur è figlio di Tom, guardiano di un faro, e Atlanna, nientemeno che regina di Atlantide. L'unione dei due è però clandestina, tanto che per salvare il figlio Atlanna accetterà di farsi giudicare nella città subacquea, che la giustizierà consegnandola al più feroce dei popoli sottomarini. Arthur cresce imparando in segreto da Vulko, consigliere del re e di suo figlio Orm, i segreti di Atlantide, ma da adulto preferisce stare lontano dalla città sommersa e si limita a compiere gesta eroiche in mare, come salvare un sottomarino da un team di pirati. Qui finisce per lasciare morire uno di loro e il figlio giura vendetta, tanto da allearsi con il fratellastro di Arthur, Orm. Nel mentre la figlia di Re Nereus, Mera, cerca di convincere Arthur ad abbracciare il suo retaggio di regale atlantideo per scongiurare una guerra, ma per riuscire in questo piano sarà necessario ritrovare il perduto tridente di Atlan.

Jason Momoa racconta il suo personaggio in Aquaman (guarda la video recensione).

SCRIVERE DI CINEMA
lunedì 7 gennaio 2019
Giuseppe Fadda, Vincitore del Premio Scrivere di Cinema

Da L'uomo d'acciaioin poi, quasi tutti i film della DCEU sembrano aver seguito una precisa linea stilistica votata ad un'estetica cupa, buia e fredda, vicina, per continuità, anche alla trilogia di Batman di Christopher Nolan Invece James Wan regista di Aquaman (guarda la video recensione) sceglie di prendere una direzione diametralmente opposta: anziché tentare di edulcorare gli aspetti più "incredibili" del supereroe per avvicinarsi ad un tono più realistico, sceglie di abbracciare completamente il suo lato più fantasioso, creativo e immaginario. È consapevole del fatto che Aquaman sia tra i supereroi più stravaganti e, concettualmente, uno dei più ridicoli e ci marcia, proponendo un'estetica artificiosa e kitsch.

Il rifiuto di Wan nei confronti del realismo si manifesta praticamente in tutte le componenti estetiche. Questo è immediatamente evidente per quanto riguarda costumi e scenografie.

I primi sono splendidi e al tempo stesso deliziosamente bizzarri, in particolare l'abito-medusa di Mera, la corazza dorata di Aquaman e la tuta in madreperla di Atlanna. Danno ai personaggi un aspetto volutamente fumettistico e fantastico, quasi a voler ribadire il tono assurdo dell'intero film. E lo stesso vale per le scenografie - imponenti, maestose, originali e fantasiose.
Wan indugia spesso su inquadrature a campo lunghissimo per mostrare le ambientazioni di Atlantide allo spettatore, al quale non resta che guardare stupito e ammirato per la visione così peculiare e volutamente sopra le righe del regista. Accanto al ruolo di costumi e scenografie, è interessante anche l'utilizzo del CGI. Infatti, il ricorrere intenzionalmente e così frequentemente alla computer grafica diventa un altro mezzo utile a sottolineare il disinteresse di Wan nei confronti della veridicità.
L'estetica diventa, dunque, lo strumento originale con cui il regista afferma la sua volontà di non prendersi sul serio e di fare di Aquaman un film visivamente esagerato, paradossale ed esorbitante.

Frasi
Atlantide ha sempre avuto un re. Ora serve qualcosa di più.
Una frase di Mera (Amber Heard)
dal film Aquaman - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 3 gennaio 2019
Alessandra Levantesi
La Stampa

A dar dignità di protagonista al super-eroe Aquaman, figlio di un guardiano del faro e di una regina atlantidea finita in disgrazia (un'improbabile Nicole Kidman), ha provveduto non la Disney attuale proprietaria della Marvel, bensì la Warner Bros che, in altre occasioni (vedi Harry Potter), ha saputo muoversi egregiamente nel campo del fantasy. Qui, almeno per noi critici, avrebbe sbagliato il tiro, [...] Vai alla recensione »

giovedì 3 gennaio 2019
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Si fa prima ad elencare i titoli dai quali non è stata presa almeno una idea che quelli saccheggiati, come la Spada nella Roccia o Star Wars, in questo adattamento dedicato ad Aquaman. In versione supereroe dei due mondi perché deve impedire la guerra tra Terra e Atlantide, causata dal fratello bastardello. Con un protagonista perfetto, Jason Momoa, grazie alla sua (e)statica espressione da pesce lesso. [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 gennaio 2019
Rocco Moccagatta
Film TV

Black Panther + Thor (Ragnarok) = Aquaman. I conti tornano. Atlantide, nascosta e ipertecnologica, sta al Wakanda (divisione in etnie-fazioni inclusa) come Aquaman sta all'ultimo Thor, manzo e bietolone (fratellastro infido, ma non fino in fondo, compreso). Alla Warner (che ha in pancia il pantheon supereroico DC) si sono studiati i cinecomix Marvel, ma l'approccio grevemente spettacolare dell'epoca [...] Vai alla recensione »

martedì 1 gennaio 2019
Peter Travers
Rolling Stone

Aquaman è lo zimbello del DC Comics Extended Universe - e il film su di lui se la cava quasi solo per la confezione stravagante e appariscente, che è il suo asso nella manica. Non che questo supereroe sottomarino ne sappia molto di maniche: Jason Momoa sempre senza maglietta ma mai privo di humour interpreta Arthur Curry, a.k.a. Aquaman, come se fosse nato per brandire un tridente.

martedì 1 gennaio 2019
Sergio Sozzo
Sentieri Selvaggi

L'incredibile finale di The Conjuring - Il caso Enfield si rivela sempre di più come la sequenza-perno intorno alla quale far gravitare il cinema di James Wan: quella cantina allagata allargava magicamente il set aprendo una crepa dimensionale tra le quattro mura dell'horror da possessione domestica, e allo stesso tempo faceva vorticare intorno a sé tutti i meccanismi mélo che sottotraccia ne innervavano [...] Vai alla recensione »

giovedì 20 dicembre 2018
Gian Luca Pisacane
La Rivista del Cinematografo

L'Infinity War tra Marvel e DC Comics si combatte con un doppio duello. Il primo: per rivendicare il regno di Wakanda in Black Panther, il villain interpretato da Michael B. Jordan sfidava la Pantera Nera. All'ombra di una cascata, tutta la nazione assisteva alla disfatta del suo paladino. Il secondo: in Aquaman, il mezzo atlantideo Arthur sfodera il tridente per spodestare il malvagio fratello dal [...] Vai alla recensione »

NEWS
BOX OFFICE
lunedì 14 gennaio 2019
Andrea Chirichelli

Come da previsioni, Aquaman (guarda la video recensione) è diventato il quinto film miliardario del 2018, avendo incassato per la precisione 1 miliardo e 20 milioni di dollari. Grazie a questa performance il film è diventato (già dalla scorsa settimana) [...]

BOX OFFICE
sabato 12 gennaio 2019
Andrea Chirichelli

Aquaman (guarda la video recensione) mantiene la vetta della classifica italiana, aggiunge altri 300mila euro al suo totale e vola a 7,4 milioni di euro, con gli 8 nel mirino per domani sera. Non troppo distante c'è Non ci resta che il crimine (guarda [...]

BOX OFFICE
giovedì 10 gennaio 2019
Andrea Chirichelli

Non cambia la classifica nell'ultimo giorno che precede l'arrivo dei nuovi film della settimana: Aquaman (guarda la video recensione) resta in testa con 253mila euro, che portano il suo totale a 6,8 milioni di euro, mentre il podio è completato dal [...]

BOX OFFICE
martedì 8 gennaio 2019
Andrea Chirichelli

Finite le feste crollano gli incassi ma non per Aquaman (guarda la video recensione), che diventa il nuovo leader del box office con un ottimo lunedì da 228mila euro (6,4 milioni totali), staccando nettamente Ralph Spacca Internet (guarda la video recensione), [...]

BOX OFFICE
lunedì 7 gennaio 2019
Andrea Chirichelli

Aquaman (guarda la video recensione) è ufficialmente il miglior incasso di sempre nella (breve) storia del Dc Universe, avendo raggiunto la pazzesca cifra di 940,7 milioni di dollari: nettamente superati Batman V Superman, che aveva incassato 873,6 milioni [...]

BOX OFFICE
lunedì 24 dicembre 2018
Andrea Chirichelli

Aquaman è il film di Natale 2018: dopo l'exploit in Cina, dove il film ha raggiunto quota 233 milioni di dollari, arriva il dato americano, decisamente buono, di 67,4 milioni nel weekend, per un totale di 72 milioni dal primo giorno di programmazione. [...]

NEWS
martedì 18 dicembre 2018
Andrea Fornasiero

AQUAMAN Da Warner Bros. Pictures e dal regista James Wan arriva un'avventura visivamente mozzafiato nel mondo sommerso dei sette mari, Aquaman, interpretato da Jason Momoa nel ruolo del protagonista. Il film rivela la storia delle origini di Arthur Curry, [...]

BOX OFFICE
lunedì 10 dicembre 2018
Andrea Chirichelli

La notizia del weekend è che Aquaman ha fatto il botto in Cina: il film Warner ha aperto con oltre 93 milioni di dollari in oltre 33mila schermi in tutto il paese, diventando il miglior film Warner di sempre, almeno per quello che concerne il weekend [...]

TRAILER
martedì 20 novembre 2018
 

Un film sul celebre fumetto creato da Mort Weisinger (testi) e Paul Norris (disegni) nel 1941, pubblicato dalla DC Comics. Ad interpretare il protagonista ci sarà l'attore Jason Momoa; è confermato che il villain sarà il fratellastro di Aquaman, Orm Marius. [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati
2X Fiat Doblo Fiorino Punto Palio Bravo sunvisor mount bracket sun visor clips | Treatanaut | Kakumeiki Valvrave Season 2 BD Subtitle Indonesia