Pan - Viaggio sull'Isola che non c'è

Film 2015 | Avventura, Commedia Film per tutti 111 min.

Titolo originalePan 3D
Anno2015
GenereAvventura, Commedia
ProduzioneUSA
Durata111 minuti
Regia diJoe Wright
AttoriCara Delevingne, Amanda Seyfried, Hugh Jackman, Rooney Mara, Garrett Hedlund Nonso Anozie, Paul Kaye, Levi Miller, Emerald Fennell, Bronson Webb, Spencer Wilding, Adeel Akhtar, Julian Seager, Jimmy Vee, Leni Zieglmeier.
Uscitagiovedì 12 novembre 2015
DistribuzioneWarner Bros Italia
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti
MYmonetro 2,56 su 18 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Joe Wright. Un film con Cara Delevingne, Amanda Seyfried, Hugh Jackman, Rooney Mara, Garrett Hedlund. Cast completo Titolo originale: Pan 3D. Genere Avventura, Commedia - USA, 2015, durata 111 minuti. Uscita cinema giovedì 12 novembre 2015 distribuito da Warner Bros Italia. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti - MYmonetro 2,56 su 18 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Pan - Viaggio sull'Isola che non c'è tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Storia di Peter Pan, da orfano a ispiratore di una ribellione di una comunità di bambini contro dei crudeli pirati. In Italia al Box Office Pan - Viaggio sull'Isola che non c'è ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 2,8 milioni di euro e 1,1 milioni di euro nel primo weekend.

Pan - Viaggio sull'Isola che non c'è è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,56/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,13
PUBBLICO 3,06
CONSIGLIATO NÌ
Apoteosi della manipolazione creativa della fiaba e suo punto di non ritorno. Peter Pan si ritrova ma lo spettatore si perde.
Recensione di Marianna Cappi
lunedì 19 ottobre 2015
Recensione di Marianna Cappi
lunedì 19 ottobre 2015

Nei pressi dei giardini di Kensington, una donna abbandona il suo neonato sulla soglia di un orfanotrofio. Al collo gli mette una catenina che ha per ciondolo un flauto di Pan e nella cestina una lettera in cui promette che si rivedranno "in questo mondo e in un altro". Per dodici anni, però, il piccolo Peter non vede altro che la brutta faccia della suora superiore che gestisce la casa degli orfani come una prigione, finché una notte, nel bel mezzo dei bombardamenti aerei, non viene rapito dai Pirati di Barbanera e costretto ad un'altra prigionia nelle sue miniere di polvere di fata, sull'Isola Che Non C'è. Sarà grazie al suo compagno di sventura James Uncino e poi alla guerriera ribelle Giglio Tigrato che Peter troverà il coraggio di combattere Barbanera e di accettare il suo speciale destino.
"A sbagliare le storie" siamo autorizzati tutti. Lo facciamo fin da piccoli alla luce del sole e proseguiamo da adulti quando è l'ora notturna dei sogni. All'inizio del testo originale di J. M. Barrie, un attimo prima di presentare Peter Pan, il narratore parla esattamente di questo, ovvero di come lui e il figlio David facciano lievitare lo spunto di partenza: "prima io racconto la storia a lui, e dopo lui rifà il racconto a me, colla differenza che non è più la stessa storia; e allora io torno a raccontarla ancora a lui colle sue addizioni e varianti, e così si va innanzi finché nessuno può più dire se la storia è mia oppure sua". Curiosa premonizione, in fondo, se si pensa che forse nessuna storia moderna si è spinta così in là rispetto alle righe di partenza, grazie alla fantasia di sceneggiatori e animatori, fino alla seconda stella a destra e poi dritto fino al mattino.
Il film di Joe Wright si presenta come il prodotto dell'apoteosi di questo metodo creativo ma anche come il suo punto di non ritorno. Alla fine di Pan saremo stati dappertutto - nella Londra di Dickens e nel mar dei Caraibi di Bruckheimer, al fianco di Han Solo e della Principessa Leila (Uncino e Giglio Tigrato), all'Opera cinese (con Rooney Mara, perfetta) e nel regno scientifico dei cristalli, nell'arena degli Hunger Games (con Hugh "Barbanera" Jackman, la nota più debole del film), tra gli anelli di Saturno e tra le Sirene in sensuale girotondo - e a quel punto, Peter Pan si sarà anche trovato ma noi ci saremo certamente persi.
Che fine ha fatto la storia del "bambino che sapeva volare"? C'è e funziona (funziona sempre, è un classico mica per niente), ma è sepolta sotto una caterva di invenzioni narrative e visive che, prese singolarmente, affascinano di certo, ma, accumulate l'una sull'altra, ben presto sfiniscono e vien voglia di scappare da Neverland, come sarebbe giusto e filologico fare, ma qui no, quello no, perché non si sa mai, le storie sono manipolabili all'infinito e la possibilità del sequel sempre dietro la porta.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
PAN - VIAGGIO SULL'ISOLA CHE NON C'È
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
Infinity
-
-
-
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Infinity
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 17 novembre 2015
Edo

"Pan - Viaggio sull'Isola che non c'è" non è la solita trasposizione su grande schermo di una storia a noi tutti nota e nel tempo divenuta fiaba e favola. Qui non viene ripresentata la storia del Bambino in grado di volare che porta all'avventura sull'Isola che non C'è Wendy e i suoi fratellini, ma bensì viene presentata una versione alternativa delle origini di Peter Pan diversa da quella che conosciamo [...] Vai alla recensione »

lunedì 16 novembre 2015
Vincenzo Ambriola

Seconda stella a destra: questo è il cammino e poi dritto fino al mattino. Così canta Edoardo Bennato. Ma, insomma, chi è questo Peter Pan? Dove è nato e, soprattutto, perché sa volare? A queste urgenti domande risponde John Wright con fantasia ed effetti speciali. L'Isola che non c'è si manifesta in tutta la sua crudeltà, bambini costretti a estrarre pietre fatate per consentire a un vecchio criminale [...] Vai alla recensione »

mercoledì 18 novembre 2015
Lilyt

Non capisco tutto questo astio e disapprovazione nei confronti di questo film,che io ho trovato sorprendetemente molto ben fatto e coinvolgente. Essendo Peter Pan la mia favola preferita ero preparata al peggio invece mi sono dovuta ricredere. I contenuti ci sono e la storia di Peter è chiara e molto creativa parer mio. Chi si aspetta di vedere la classica fiaba certamente rimarrà deluso dal momento [...] Vai alla recensione »

domenica 15 novembre 2015
BeatrixLovett

É un film carino, piacevole, per un pubblico che non ama tanto criticare un film. Fermo restando che la favola di Peter Pan é stata la mia preferita quando ero piccola, non possono rovinare i miei castelli di sabbia in questo modo. Non voglio anticipare nulla a chi non lo ha ancora visto. La trama é completamente nuova e non ha nessun filo logico con la vera storia.

domenica 10 luglio 2016
tmpsvita

Uno dei film più discussi dell'ultimo anno, sia per le numerose critiche che per il consistente flop al box office, molto probabilmente dovuto alle critiche che hanno spinto il pubblico ( compreso me ) a non andarlo a vedere al cinema. Però sinceramente non mi aspettavo un brutto film, il trailer mi aveva incuriosito abbastanza, ma purtroppo questa volta i critici avevano ragione. [...] Vai alla recensione »

domenica 13 dicembre 2015
gdelema

Apoteosi del giovane orfano che tenta di ribellarsi ad una società che non lo giustifica ma sfrutta le sue fragilità per sottometterlo. E’ un film carico di emozioni, una ventata di sensibilità che travolgerà anche il più impassibile. Riuscirai ad immedesimarti anche tu in Peater Pan? sicuramente si,ognuno di noi ha vissuto un capitolo della propria vita che coraggiosamente, presto o tardi che sia, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 25 novembre 2015
gaietta04

Non fanno un film così bello da anni ormai: a chiunque chiedessi in sala ti diceva che di fim belli come questo non ne facevano tutti i giorni. Viaggio in se stessi, che diventa più leggero grazie ad un fantasy non esagerato, che aiuta a crescere e a maturare. Grazie alla morale di credere in se stessi ed al genere non violento, questo film ci allontana dalla dura realtà dell' [...] Vai alla recensione »

martedì 16 febbraio 2016
Kyotrix

Speravo di meglio. Si, è un peter pan diverso, ma il film è troppo per bambini/ragazzini. Niente "magia" che incanti un adulto.

venerdì 15 gennaio 2016
Alenefertiti

Aspettative più che deluse per questa pellicola. Film adatto a un pubblico molto giovane ma incapace di coinvolgere il pubblico adulto. Banale sia nella narrazione che nella sequenza e mi spiace per Hugh Jackman ma nel ruolo di questo cattivo non risulta convincente. Molto meglio le versioni cinematografiche precedenti, in questo film nonostante gli effetti speciali non c'è magia Vai alla recensione »

venerdì 8 gennaio 2016
alessia.mary.j

Ammetto di aver guardato il film con una leggera diffidenza, a causa dei bassi incassi ottenuti. Ho scoperto invece un film carino, spettacolare alla vista e con una trama normale. Un film non impegnativo ma ideale per trascorrere una poacevole serata. La storia è diversa, ma idealmente i fatti possono essere messi prima della storia originale.

mercoledì 2 dicembre 2015
francy99

Il film è bello. Fluido, scorrevole e soprattutto intrigante. Ma, quando finisce il film, la prima domanda che ti fai dopo aver detto che il film è bello e merita è 'che collegamento ha con il primo?'. è bello, non fraintendete, ma credo lasci qualche dubbio sulla favola originale. Comunque ci sono alcune idee molto innovative, che sfociano in eventi altrettanto [...] Vai alla recensione »

venerdì 27 novembre 2015
enricomissori

dopo alice in wonderland uno dei film piu riusciti del mondo delle favole scene bellissime .barbanera che canta sulla nave impressionante .non capisco i commenti scarsi

martedì 24 novembre 2015
dariotto

la storia regge abbastanza ,un uncino simpatico buonissimo e innamorato stride un po ,ma che dire ormai distruggono tutti i miei eroi ,(vedi fantastici  4 e uomo ragno ecc ) almeno qui c è spettacolo e amore e finalmente il cattivo perde e l amore vince ,in tutte le sue forme  . non c è c è dispiaciuto ma da li a rivederlo ne passa , ma una volta si puo guardare .

FOCUS
FOCUS
mercoledì 11 novembre 2015
Mauro Gervasini

Confesso di avere un debole per Hanna, l'action movie favolistico realizzato da Joe Wright nel 2011. Da qui il mio interesse per un regista molto british che per il curriculum precedente (riduzioni letterarie da "Orgoglio e pregiudizio" e da "Espiazione" di Ian McEwan, più un film mortale intitolato Il solista su un musicista schizofrenico) sarebbe stato altrimenti lontano dal mio campo da gioco. Romanzo di formazione thriller lontano da molti cliché, Hanna rende protagonista la grande Saoirse Ronan, da Wright scoperta in Espiazione, e riconduce il suo ruolo femminile alla matrice, all'archetipo [...]

Frasi
"Non ho mai creduto alle favole della buonanotte."
Una frase di Peter Pan (Levi Miller)
dal film Pan - Viaggio sull'Isola che non c'è - a cura di i'm swag
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Non è mai stato facile trasporre un personaggio complesso come Peter Pan sul grande schermo. Ne sa qualcosa Steven Spielberg che venne massacrato dalla critica per il suo Hook. Figuriamoci inventarsi un prequel (affidato alla scrittura di Jason Fuchs), costato ben 150 milioni di dollari, per dare un passato al ragazzino volante, raccontare, cioè, come Peter sia diventato Pan.

Alessandra Levantesi
La Stampa

Anche se Hollywood in fatto di reinvenzioni di storie (e della Storia) ci ha abituati a tutto, si fatica non poco a pensare che Capitan Uncino possa essere stato in gioventù un simpatico compagno di avventura di Peter Pan. Eppure questa è la versione che ci propone Pan, ipotizzando che l'orfanello Peter condotto in un mondo di Neverland oppresso dalla tirannide del crudele pirata Barbanera, riesca [...] Vai alla recensione »

Cecilia Ermini
Il Manifesto

Sembra ormai inevitabile, a Hollywood, registrare una tendenza alla favola revisionista che ha l'ardire, e quasi mai l'ardore, di trasfigurare fiabe e miti consolidati dell'immaginario dell'infanzia in pasticci post-apocalittici o youngadult - l'unica «anomalia», negli ultimi anni, sembra essere solo lo straordinario Il grande e potente Oz di Sam Raimi.

Roberto Nepoti
La Repubblica

Il nuovo adattamento delle avventure di J.M.Barrie, già portate sullo schermo da Disney, Spielberg e altri, è un delirante prequel che inizia come una storia di Dickens e finisce al lunapark. Dodicenne abbandonato sulla porta di un orfanotrofio londinese, Peter è un ragazzo ribelle. Una notte viene trasportato in un paese fantastico, popolato di pirati indiani fate sirene e dove le navi volano.

NEWS
NEWS
giovedì 16 luglio 2015
 

Su MYmovies.it il nuovo trailer ufficiale italiano di Pan - Viaggio sull'Isola che non c'è, trasposizione cinematografica del personaggio senza tempo nato dalla penna di J.M. Barrie in uscita al cinema il prossimo 12 novembre.

NEWS
giovedì 9 luglio 2015
 

Peter (Levi Miller) è un dodicenne biricchino con una insopprimibile vena ribelle, ma nel triste orfanotrofio di Londra dove ha vissuto tutta la vita queste qualità non sono ben viste. In una notte incredibile Peter viene trasportato dall'orfanotrofio [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati
Watch Movie | saison 4, épisode 16 - Une douleur trop forte | Carbonard Crown