Le ricette della Signora Toku

Film 2015 | Drammatico +13 113 min.

Titolo originaleAn
Anno2015
GenereDrammatico
ProduzioneGiappone
Durata113 minuti
Regia diNaomi Kawase
AttoriKirin Kiki, Masatoshi Nagase, Kyara Uchida, Miyoko Asada, Etsuko Ichihara .
Uscitagiovedì 10 dicembre 2015
TagDa vedere 2015
DistribuzioneCinema
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,91 su 18 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Naomi Kawase. Un film Da vedere 2015 con Kirin Kiki, Masatoshi Nagase, Kyara Uchida, Miyoko Asada, Etsuko Ichihara. Titolo originale: An. Genere Drammatico - Giappone, 2015, durata 113 minuti. Uscita cinema giovedì 10 dicembre 2015 distribuito da Cinema. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,91 su 18 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Le ricette della Signora Toku tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Tratto dal libro An di Durian Sukegawa, pubblicato in Giappone nel 2013, il film ha partecipato al Festival di Cannes 2015 nella sezione "Un certain regard". Il film ha ottenuto 1 candidatura a Asian Film Awards, In Italia al Box Office Le ricette della Signora Toku ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 302 mila euro e 45,2 mila euro nel primo weekend.

Le ricette della Signora Toku è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,91/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 3,30
PUBBLICO 2,93
CONSIGLIATO SÌ
La Kawase cerca un gusto nuovo ma la ricetta è ancora in fase di perfezionamento.
Recensione di Marianna Cappi
domenica 17 maggio 2015
Recensione di Marianna Cappi
domenica 17 maggio 2015

Sentaro cucina dolci tipici in un chiosco di città, per ripagare un debito a vita. La sola compagnia che tollera è quella di una ragazzina senza mezzi, cui regala i pancakes non perfettamente riusciti. Un giorno, una vecchia signora di nome Toku si presenta da lui in cerca di un lavoro. La sua confettura di fagioli rossi è la più deliziosa che Sentaro abbia mai assaggiato, ma le sue mani sono sfigurate da una vecchia malattia, che l'ha tenuta lontana dalle altre persone per tutta la vita. Nello spazio di pochi metri e pochi giorni, i tre si regalano a vicenda la prospettiva che era stata loro negata fino a quel momento.
La Kawase si cimenta per la prima volta nell'adattamento letterario e la carta le rimane incollata alla dita, impedendole di librarsi come altrove nel suo cinema. I personaggi, per quanto indovinati, restano stretti nei loro ruoli-funzione, lasciando la sensazione che, liberati dal giogo della trama, avrebbero potuto dare di più. Solo apparentemente larga e comoda, come il cuscino che la vecchia signora cuce per scaldare le pause dal lavoro, la trama di An è in realtà una scatola stretta, come la cucina del chiosco di dorayaki, come la gabbia del canarino, che si chiude progressivamente fino ad identificarsi col rapporto sfiorato tra una madre che non è mai stata tale e un figlio che non ha fatto in tempo ad esserlo, con la loro comunicazione fuori tempo massimo, oppure appena in tempo. La stretta della narrazione coincide con la svolta tematica che ammorba la seconda parte del film, farcendola di una retorica del primigenio, che è da sempre una nota chiave della poetica della regista, ma qui si confonde, mescolando naturale con spontaneo, ingenuo, persino banale. Prima, mentre i personaggi prendevano posto nel quadro, quando era ancora tutto possibile, la Kawase mostrava invece quel che sa fare quando vuole, come sa filmare, facendoci sentire il profumo dei fagioli Azuki che ribollono nella pentola e il sapore totalmente differente di un dolce fatto per lavoro e di un lavoro fatto per dolce piacere.
Sotto le inquadrature insistite degli alberi di ciliegio, meraviglia naturale e gloria nazionale, si respira un'aria d'apertura ad un cinema più spendibile ma anche meno personale, nel solco di Poetry e A Simple Life, ma con un racconto ben più esile per fondamenta. Questa semplicità, che nel miglior cinema della giapponese si traduce in precisione e leggerezza, in solida essenzialità, qui non trova il giusto dosaggio nel mescolarsi con il tono fiabesco e l'esigenza drammatica. Forse Naomi Kawase cercava il gusto insolito, ma non ha avuto il coraggio di salare il dorayaki anziché zuccherarlo.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
LE RICETTE DELLA SIGNORA TOKU
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 22 aprile 2017
Nadia

Un film che ci accompagna in Giappone, dove nei mesi di Marzo e Aprile si assiste ad uno spettacolo straordinario, quello della fioritura dei ciliegi, celebrata con l'usanza dei giapponesi di godere della bellezza di questi fiori, passeggiando all’ombra del loro manto candido o sostando sotto gli alberi seduti o distesi. E proprio i fiori di ciliegio sono l’elemento poetico di [...] Vai alla recensione »

martedì 29 dicembre 2015
maumauroma

La signora Toku e' una esile vecchina che vive in simbiosi con la natura e sa preparare una deliziosa marmellata di fagioli per arricchire le focaccine dorayaki. Sentaro gestisce con poco successo una piccola bottega dove cucina quasi controvoglia dorayaki di gusto scadente e con pochi clienti. Le loro vite si incontreranno casualmente. Le mani malate della signora Toku prepareranno per Santero ottimi [...] Vai alla recensione »

giovedì 17 dicembre 2015
Flyanto

Tratto da un best seller giapponese, "Le Ricette della Signora Toku" è un film purtroppo che risulta poco originale, per quanto in sè piacevole. La vicenda ruota interamente intorno ad un giovane uomo che lavora presso un ristorante in cui si preparano i dorayaki, i famosi dolci giapponesi. Un giorno egli viene avvicinato da un'anziana donna, la signora Toku appunto, [...] Vai alla recensione »

sabato 26 dicembre 2015
benedetto.de.rango@gmail.com

Il piacere che ho provato a gustarmi un film delicato e dolce... La regia, la recitazione, la storia avvolgente. La prima parte del film è praticamente perfetta e mi ha catturato totalmente; ero lì davanti al chiosco, anch'io sotto gli alberi di ciliegio fioriti, inebriato dai profumi dei dolci giapponesi e dalla leggerezza incantevole delle parole della Sig.

mercoledì 23 dicembre 2015
larecluta

Ho avuto il piacere di vedere questo film al cinema. Forse la trama non è originalissima ma il film è toccante e mostra molteplici aspetti della natura umana: Solitudine, comprensione, discriminazione, pentimento e anche allegria. Penso che un film del gnere meriti almeno un'opportuinità.

mercoledì 23 dicembre 2015
larecluta

Secondo me è un film che merita di essere visto: fa ridere, commuove e fa riflettere. La trama forse non sarà originalissima ma non è un film banale. 

mercoledì 16 dicembre 2015
melania

per apprezzare questo film,tristissimo e poetico,bisogna amare i film intimistici con ritmi lenti o anche molto lenti come in questo caso.ambientato in Giappone si assapora parte della cultura giapponese,l'amore per la natura,la gentilezza....ti lascia, comunque,una grande malinconia per la drammaticità del contenuto.

martedì 14 giugno 2016
g_andrini

E' abbastanza poetico, ma anche "pratico". Non ho mai assaggio An, ma ho capito il senso del film. I sanatori sono un "male" necessario, le malattie da comportamenti scorretti vanno trattate con attenzione...

martedì 8 marzo 2016
LBavassano

Non si allarmi lo spettatore nauseato dall'inflazione su piccoli e grandi schermi di cuochi super-stellari, in questo film la cucina è poco più che un pretesto per parlare di altro, della capacità di degustare lo scorrere del tempo e l'incanto della natura (splendidamente fotografata) con le proprie sottilissime voci, per esplorare, con grande delicatezza e rispetto, [...] Vai alla recensione »

venerdì 18 dicembre 2015
giorgia

La signora Toku è un film pieno di poesia. E' il dorayaki, famoso dolcetto giapponese, a permettere a due persone sole, con un passato difficile alle spalle e un forte bisogno di essere comprese e ascoltate, di incontrarsi e affezionarsi. Un film che racconta i colori e profumi del Giappone e che insegna ad andare oltre le apparenze per trovare l'anima vera delle cose e, soprattutto, [...] Vai alla recensione »

venerdì 18 dicembre 2015
fedevaia83

Le ricette della signora Toku è, a mio parere, un film che merita di essere visto. Ottimi attori, regia delicata, immagini bellissime...insomma, una storia che arriva dritta al cuore - e allo stomaco! 

domenica 8 maggio 2016
Kyotrix

Pensavo meglio. Il film è valido, abbastanza triste il finale, ma oltre ad essere lento, non cattura o emoziona tanto.

Frasi
"Noi siamo nati per osservare e ascoltare questo mondo; è solo così che, anche senza riuscire nella vita, possiamo trovare, possiamo davvero trovare, un senso alla nostra esistenza"
Una frase di Toku (Kirin Kiki)
dal film Le ricette della Signora Toku - a cura di Silvana Nico
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Paolo D'Agostini
La Repubblica

Sotto festività natalizie un piccolo film così prezioso, così sottovoce rispetto agli intrattenimenti chiassosi o più muscolosi, rischia l'invisibilità. E invece merita attenzione. La regista giapponese Naomi Kawase (46 anni), già distintasi in passato per il Gran premio speciale della giuria del festival di Cannes al suo Mogari no mori (La foresta del lutto, 2007), ha scelto un'altra storia della [...] Vai alla recensione »

Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Scordatevi Masterchef, dimenticate i cinepanettoni, sparecchiatevi dagli occhi il foodporn di Instagram: qui il cibo è, ancora, dell'anima. Ce lo porta in sala la nipponica Naomi Kawase, regista ultrasensibile, mai così accessibile: Le ricette dello signora Toku sta dalle parti del Pranzo di Babette, Tompopo e pochissimi altri per come impasta magistralmente cinema e cucina, empatia e gusto.

Cristina Piccino
Il Manifesto

Il titolo originale è An, dal nome della marmellata di fagioli che accompagna i dorayaki, dolci della tradizione giapponese. «Sono cmquant'anni che faccio l'An. La marmellata di fagioli va fatta col cuore, figliolo». Ore e ore di preparazione, tenere in ammollo i fagioli azuki, sciacquarli, falli bollire a fuoco lento e poi unirli allo zucchero, mescolarli con grazia facendo attenzione a non far bruciare [...] Vai alla recensione »

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Originale, delicata commedia giapponese. Dice subito no l'indebitato pasticcere Sentaro quando al suo chiosco di pancake chiede lavoro l'anziana signora Toku. Mi spiace, settantacinque anni sono troppi. Poi assaggia la marmellata di fagioli rossi lasciata in prova: squisita. Ok, l'assumo. E spunta un lontano segreto. Perfetta la prima parte, tra le pentole in ebollizione, lo stupore del gestore e la [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

Giuliano Gemma e Bud Spencer sostenevano che anche gli angeli mangiassero fagioli. La signora Toku (Kirin Kiki), forse, non è un angelo anche se spunta dal nulla come il Clarence de La vita è meravigliosa (1946) per stravolgere in meglio l'esistenza dello scorbutico Sentaro, venditore di dorayaki, ovvero dolci con pastella farcita di crema di fagioli.

NEWS
ASIAN FILM AWARDS
venerdì 11 marzo 2016
Emanuele Sacchi

NatI come celebrazione di un anno di film asiatici in apertura dell'Hong Kong International Film Festival ed evolutisi in una manifestazione di rilevanza internazionale sul modello degli Academy Awards, gli Asian Film Awards arrivano al giro di boa [...]

POSTER
mercoledì 11 novembre 2015
 

Sentaro gestisce una piccola panetteria che vende dorayaki - paste ripiene di una salsa dolce ricavata da fagioli rossi ("an"). Quando Toku, un'anziana signora, si offre di aiutarlo in cucina, Sentaro accetta con riluttanza.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati
Koihime Musou | Sony Cmt-sbt100 Bluetooth Hi-fi 50w Home Audio Speaker System Nfc Cd Player | Natnischa Cerdchoobuphakaree