We Were Soldiers

Film 2002 | Guerra 138 min.

Regia di Randall Wallace. Un film con Mel Gibson, Madeleine Stowe, Greg Kinnear, Chris Klein, Sam Elliott, Keri Russell. Cast completo Genere Guerra - USA, 2002, durata 138 minuti. - MYmonetro 2,18 su 43 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi We Were Soldiers tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Dio patria e famiglia. Bisogna tornare ai tempi di John Wayne per rintracciare un manifesto tanto aderente a quella didascalia. Al Box Office Usa We Were Soldiers ha incassato 78,1 milioni di dollari .

We Were Soldiers è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato no!
2,18/5
MYMOVIES 2,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,52
CONSIGLIATO NÌ
Cruento film di guerra di Mel Gibson, colmo di luoghi comuni e retorica.
Recensione di Pino Farinotti
Recensione di Pino Farinotti

Dio, patria e famiglia. Bisogna tornare ai tempi di John Wayne per rintracciare un manifesto tanto aderente a quella didascalia. Un soldato parte dopo aver salutato il figlio nella culla, nato il giorno prima. Il colonnello fa pregare i suoi cinque bambini a tavola. Prima della grande partenza saluta la moglie che dorme ed esce con passo spedito. Lei si sveglia, corre fuori in camicia da notte ma lui è già lontano. Non si capisce come il regista che ha firmato Braveheart abbia collezionato tanti luoghi comuni. È indubbio che molti dei 138 minuti del film sono "sbagliati", faticano di retorica e di già visto. Strano, perché l'investimento è stato cospicuo. E strano che Gibson, che non sbaglia un colpo, abbia legittimato tutto questo. Siamo nel 1965, la storia è quella del colonnello Moore, paracadutista, eroe della Corea, al quale viene affidato il compito di aprire le ostilità col Vietnam. Gran parte del film riguarda la cruenta battaglia intorno a una collina, con rovesciamenti di fronte e tutta la violenza, il napalm e gli elicotteri che abbiamo visto nei vari film sul Vietnam, con in più la nuova tendenza-iperrealista-violenta alla Soldato Ryan, alla quale ormai nessun film di guerra può più sfuggire. Le perdite sono terribili ma il colonnello fa il suo dovere di eroe. Notata una Stowe, che fa la moglie eroina-a-suo-modo di Gibson, stereotipata e davvero troppo segnata dalla chirurgia. In virtù del lungo spettacolo di guerra, certo ben fatto, non ci sentiamo di penalizzare troppo. Mezza stella in più di quelle ufficiali.

Sei d'accordo con Pino Farinotti?
WE WERE SOLDIERS
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
iTunes
-
-
-
-
Infinity

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 18 aprile 2012
BlackDragon89

Georgia, 1964. Il colonnello Hal G. Moore (Mel Gibson) viene trasferito a Fort Benning insieme agli ufficiali del 1° Battaglione e le rispettive famiglie per l'addestramento in preparazione alla Guerra del Vietnam. Un contesto nel quale i nuclei sono congiunti come facenti parte di un unico insieme apre la strada alle tematiche ricorrenti del percorso narrativo.

domenica 21 giugno 2015
extreme81

Ovviamente paragonato ad altri film di quel periodo, ad esempio "Salvate Il Soldato Ryan", con ben altro cast e regia e con il "merito" o la "colpa" di aver ispirato negli anni successivi un nuovo filone di film di guerra, non regge la competizione. E chiaramente siamo di fronte al solito film americano, che disprezza la vita dei nemici, considerato carne da macello che serve a glorificare i soldati [...] Vai alla recensione »

domenica 21 marzo 2010
coach23

Scene intense e cruente ma al contempo evocative. Interessante dualismo con l'uomo-nemico. Nel complesso molto buono.

lunedì 2 luglio 2012
leogazzi

Una sfacciata propaganda cattolico/militarista travestita da film, non c'e' molto da dire, credo sia esagerato anche per il piu' fanatico dei republicani! ..."che ci sia dietro lo Zio Sam"? :-)

mercoledì 4 aprile 2012
PedroMovie

Immanginate, stanza buia, proiettore 80", impianto audiovideo da infarto: 2h di pura DEVASTAZIONE Psico-Audio-Visiva totale! Il piu' bel film sulla guerra del Vietnam. Pieno di Americanismo, patriottismo, religiosita', cruenza, follia, emotivita', giustificazione-condanna alla guerra, che seppur danno fastidio, passano in secondo piano, e ti fanno godere appieno di cosa e' capace il cinema oggi: Puro [...] Vai alla recensione »

domenica 5 agosto 2018
Sellerone

Lo odi o lo ami. questo ho visto generare dal film che a mio avviso è un capolavoro. Che sia un inno alla propaganda, all'americanità e alla forza d'animo degli us army è evidente da come comincia, ma se non erro in quell'ambito i fustaccioni le hanno prese di santa ragione. Purtroppo per noi e fortunati loro, le sconfitte subite, in america diventano stragi o massacri, [...] Vai alla recensione »

martedì 23 gennaio 2018
PapFaino

Filmaccio. Retorico ben al di là del ridicolo. Le scene di battaglia saranno anche ben fatte ma i viet sembrano dei dementi che si lanciano sulle pallottole mentre gli americani sono i soliti cecchini infallibili. Mel Gibson si aggira per il campo di battaglia in piedi leggendo nel pensiero dell'avversario e pisciando sui mortai, col la mogliettina che gira a dare le ferali notizie alle [...] Vai alla recensione »

Frasi
li dove il piombo incontra la carne
Una frase di Il tenente colonnello Hal Moore (Mel Gibson)
dal film We Were Soldiers - a cura di mattia
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alessandra Venezia
Panorama

Sono tanti i film sul Vietnam, dall’indimenticabile Apocalypse Now di Francis Ford Coppola al Cacciatore di Michael Cimino, vincitore di cinque Oscar, al crudele Full Metal Jacket di Stanley Ku-brick, all’impetuoso Platoon di Oliver Stone, ai disincantato Vittime di guerra di Brian De Palma. Ognuno con il suo carico di spettacolo e malinconia e con il giudizio più o meno netto e sferzante sulla «sporca [...] Vai alla recensione »

Enrico Magrelli
Film TV

La modestia assoluta di questo film scritto e diretto da Randall Wallace (che con il copione di Braveheart, La maschera di ferro e Pearl Harbor, è in testa alle classifiche dei peggiori sceneggiatori contemporanei) permette di rivalutare anche film non riusciti come Windtalkers dell’ottimo John Woo. Per girare oggi un war movie credibile, denso e fluido, dopo Coppola, Kubrick, Malick e Spielberg, o [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati
รายการ สะพานแห่งรัก | Michael Sargent | #58 - Menace 05-24-2017