Dizionari del cinema
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
giovedì 17 gennaio 2019

Rocco Papaleo

Made in Basilicata

60 anni, 16 Agosto 1958 (Leone), Lauria (Italia)
occhiello
La Basilicata esiste, è un po' come il concetto di Dio, ci credi o non ci credi.
dal film Basilicata Coast To Coast (2010) Rocco Papaleo è Nicola Palmieri
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Rocco Papaleo
David di Donatello 2011
Nomination miglior attore non protagonista per il film Nessuno mi può giudicare di Massimiliano Bruno

Nastri d'Argento 1999
Nomination miglior attore non protagonista per il film Del perduto amore di Michele Placido



Regista e protagonisti ci parlano del film, una parabola semplice che racconta il precariato, il sesso e la moralità ai tempi di Internet. Dal 9 novembre al cinema.

Rocco Papaleo: «Che vuoi che sia? Film imperdibile»

lunedì 7 novembre 2016 - a cura della redazione cinemanews

Rocco Papaleo: «Che vuoi che sia? Film imperdibile»

L'artista parla al GFF del suo nuovo progetto, Una piccola impresa meridionale.

Rocco Papaleo, regista alla ricerca di un faro

giovedì 21 luglio 2011 - Giovanni Bogani cinemanews

Rocco Papaleo, regista alla ricerca di un faro No, niente film di Woody Allen per Rocco Papaleo. Deve andare in America con il figlio. “Ero stato già scelto, ma la produzione non sapeva dirmi in quale giorni esattamente avrei dovuto girare. E io, da tempo, avevo già fissato le date di un viaggio negli Stati Uniti con mio figlio. Avevo deciso di portarlo a Los Angeles, agli Universal Studios, a Orlando, a Disneyworld, e alle Hawaii. Alla fine, ho deciso che non potevo tradire la promessa fatta a mio figlio”.

E quindi, niente Woody?
“Esatto. Ho perso l’occasione di stringere la mano al mio mito”.

In compenso, Papaleo si rifarà con due film. Uno suo, da regista, da girare appena avrà trovato un faro. No, non un faro come metafora. Proprio una torre su uno scoglio, con lucerna annessa. E un film da attore, insieme a Luciana Littizzetto. Ma andiamo con ordine. E sbobiniamo l’intervista che ci concede al Giffoni film festival, che lo vede tra gli ospiti della penultima giornata.

Attore, sceneggiatore, regista, ma anche autore di canzoni, complice di Giovanni Veronesi e del cinema toscano, campione di ironia amara, perennemente sbigottito, Papaleo disegna il puzzle del nuovo film.

Come si chiamerà il suo nuovo film da regista?
“Si chiamerà ‘Una piccola impresa meridionale’. Stiamo scrivendo la sceneggiatura insieme a Valter Lupo, che aveva già scritto Basilicata Coast to Coast. Il film racconta la storia di un piccolo gruppo di persone che si mette in testa di restaurare un faro. Ma restaurando il faro, finiscono col restaurare se stessi”.

In “Basilicata” il punto centrale è la sfida di un quarantenne che ritrova entusiasmo per qualcosa. E qui?
“Qui è riciclare la propria vita, ricostruire esistenze che hanno subito dei colpi molto forti, che si ritrovano ai margini del sociale”.

Chi ci sarà nel cast?
“Io, ci sto! Sto io… Mi sono provinato, e mi sono piaciuto!”.

Come attore “puro”, invece, quali film interpreterà?
“C’è un progetto, beh, qualcosa di più, con Luciana Littizzetto. Sarà mia moglie nel film È nata una star? con la regia di Lucio Pellegrini, tratto dal romanzo di Nick Hornby… ho pronunciato bene?”. Il film è la storia di una coppia che scopre di avere un figlio pornodivo.

Quest’anno, lei ha contribuito al successo del film di Checco Zalone Che bella giornata. Come ci si trova a fare da padre – cinematografico – al fenomeno comico del momento?
“Checco è straordinario, perché ha una gradevolissima insicurezza, è sempre pieno di dubbi. E poi, mio figlio che ama una musica tutta diversa dalla mia, ha in comune con me la passione per le sue canzoni. Siamo stati un mese insieme nel camper, io e Checco, e la sua chitarra. E ogni giorno, assistevo a dei veri e propri concerti live solo per me. Quando lo dicevo a mio figlio, acquistavo un sacco di prestigio in più…”.

   

L'opera terza di Stefano Chiantini offre un altro punto di vista sulle storie d'amore.

L'amore non basta: un film diverso per raccontare la condizione sentimentale

venerdì 11 aprile 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi cinemanews

L'amore non basta: un film diverso per raccontare la condizione sentimentale La gestazione dell'opera terza di Stefano Chiantini (autore di Forse si... forse no... e Una piccola storia) è stata lunga. L'amore non basta nasce da sensazioni che il regista abruzzese ha vissuto sulla sua pelle e cercato di mettere da parte finché non hanno avuto il sopravvento e sono finite nella sceneggiatura. "Quando ho conosciuto Rocco Papaleo" ha raccontato Chiantini, "avevo messo da parte lo script per fare un altro film, ma il rapporto di amicizia che era nato nel frattempo mi ha fatto decidere di portare avanti il progetto insieme. Sapevo che era amico di Giovanna Mezzogiorno, ma mai mi sarei permesso di chiedergli di parlarne con lei e sinceramente non pensavo potesse mai accettare di fare questo film. Invece mi sono dovuto ricredere quando ho ricevuto una sua telefonata in cui mi diceva che aveva letto la sceneggiatura e che voleva la parte. Pensavo fosse uno scherzo... Con lei a bordo il progetto ha potuto prendere corpo.

Moschettieri del Re - La penultima missione

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,77)
Un film di Giovanni Veronesi. Con Pierfrancesco Favino, Valerio Mastandrea, Sergio Rubini, Rocco Papaleo, Margherita Buy.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2018. Uscita 27/12/2018.

Tu mi nascondi qualcosa

* * * - -
(mymonetro: 3,43)
Un film di Giuseppe Lo Console. Con Giuseppe Battiston, Stella Egitto, Sarah Felberbaum, Rocio Munoz Morales, Rocco Papaleo.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2018. Uscita 25/04/2018.

Bob & Marys - Criminali a domicilio

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,86)
Un film di Francesco Prisco. Con Rocco Papaleo, Laura Morante, Simona Tabasco, Andrea Di Maria, Francesco Di Leva.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2018. Uscita 05/04/2018.

Il premio

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,51)
Un film di Alessandro Gassmann. Con Gigi Proietti, Alessandro Gassmann, Rocco Papaleo, Anna Foglietta, Matilda De Angelis.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2017. Uscita 06/12/2017.

The Place

* * - - -
(mymonetro: 2,25)
Un film di Paolo Genovese. Con Valerio Mastandrea, Marco Giallini, Alessandro Borghi, Silvio Muccino, Alba Rohrwacher.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2017. Uscita 09/11/2017.
Filmografia di Rocco Papaleo »

sabato 29 dicembre 2018 - Nell'opera di Veronesi il riferimento alla vecchiaia diventa una metafora sulla commedia di un tempo che prova a risorgere dal ritiro in cui si trova. Ora al cinema.

Moschettieri del Re, una fiaba che rispolvera la brillantezza di Dumas

Roy Menarini cinemanews

Moschettieri del Re, una fiaba che rispolvera la brillantezza di Dumas Non deve stupire che Moschettieri del re lavori sulla dimensione ironica del testo di Dumas, visto che il ciclo dello scrittore francese si è sempre prestato sia allo stile brillante delle trasposizioni sia a simpatiche parodie. Del resto i tre romanzi che danno vita alla saga dei Moschettieri, pienamente inscritti nella letteratura popolare di metà Ottocento, sono anche un esempio di proto-industria culturale, dove il romanzo a puntate ci costringe a retrodatare tante forme di serialità contemporanea - un'esigenza, quella della narrazione a episodi, che ha ormai una storia molto lunga. Ecco dunque che, al pari di altri capolavori letterari (sebbene Dumas abbia dovuto attendere parecchio per una legittimazione critica e artistica), anche I tre moschettieri resiste bene a qualsiasi satira, e anzi la comprende volontariamente nel testo di partenza. In Italia, poi, siamo ancora più abituati e non solo per la più volte citata eredità della commedia all'italiana in costume (L'armata Brancaleone in primis), ma anche per una nostra specifica natura culturale di presa per i fondelli dell'autorità intellettuale. Basti ricordare che proprio "I quattro moschettieri" (sottolineando il numero originale comprensivo di D'Artagnan) era il titolo di una fortunatissima e storica trasmissione radiofonica che andò in onda nel lontano 1934 - allora c'era la EIAR, e non la successiva RAI. Il programma rappresentò il primo successo di massa della radio in Italia. Gli autori, Angelo Nizza e Riccardo Morbelli, crearono una riedizione del romanzo in chiave comica, con riferimenti all'attualità e un gusto sarcastico buono anche per il pubblico delle famiglie, che in effetti risposero entusiasticamente.

venerdì 21 dicembre 2018 - Su MYmovies.it una clip inedita del film che rilegge con ironia i personaggi leggendari di Dumas. Dal 27 dicembre al cinema.

Moschettieri del Re: «ecco perché ci chiamiamo così e non spadaceri»

a cura della redazione cinemanews

Moschettieri del Re: «ecco perché ci chiamiamo così e non spadaceri» D'Artagnan, Porthos, Athos, Aramis. Oggi sono un allevatore di bestiame con un improbabile accento francese, un castellano lussurioso, un frate indebitato e un locandiere ubriacone, che per amor patrio saranno di nuovo moschettieri. Cinici, disillusi e sempre abilissimi con spade e moschetti, saranno richiamati all'avventura dalla Regina Anna per salvare la Francia dalle trame ordite a corte dal perfido Cardinale Mazzarino con la sua cospiratrice Milady. Affiancati nelle loro gesta dall'inscalfibile Servo muto e da un'esuberante Ancella, i quattro - in sella a destrieri più o meno fedeli - combatteranno per la libertà dei perseguitati Ugonotti e per la salvezza del giovanissimo, parruccato e dissoluto Luigi XIV. Muovendosi al confine tra realtà e fantasia, i nostri si spingeranno fino a Suppergiù, provando a portare a termine un'altra incredibile missione. Difficile dire se sarà l'ultima o la penultima. "I moschettieri sono innanzitutto personaggi realmente esistiti, per cui non ci si inventa nulla, ma mi piaceva raccontarli in modo diverso. In realtà non erano questi spadaccini che si pensa, ma erano famosi per un altro motivo: perché erano dei tiratori scelti. Erano dei James Bond dell'epoca" Giovanni Veronesi, regista Diretto da Giovanni Veronesi, Moschettieri del Re - di cui presentiamo in anteprima una clip inedita - sarà al cinema da giovedì 27 dicembre, distribuito da Vision. Nel cast, tra gli altri, troviamo Pierfrancesco Favino (D'Artagnan), Valerio Mastandrea (Porthos), Rocco Papaleo (Athos), Sergio Rubini (Aramis), Margherita Buy (la regina Anna), Alessandro Haber (Mazzarino), Giulia Bevilacqua (Milady), Lele Vannoli (il servo) e Matilde Gioli (l'ancella).

   

martedì 11 dicembre 2018 - Valerio Mastandrea, Sergio Rubini, Rocco Papaleo e Pierfrancesco Favino sono i moschettieri del re. Dal 27 dicembre al cinema.

Veronesi: «I Moschettieri erano i James Bond dell'epoca»

Claudia Catalli cinemanews

Veronesi: «I Moschettieri erano i James Bond dell'epoca» Una fiaba d'azione, perfetta come film per famiglie. Questo è Moschettieri del re - La penultima missione, commedia corale sui personaggi leggendari di Dumas firmata da Giovanni Veronesi, la cui uscita in sala è prevista per il 27 dicembre. Protagonisti Pierfrancesco Favino, nei panni di D'Artagnan, e i tre moschettieri Valerio Mastandrea, Rocco Papaleo, Sergio Rubini. Sul versante femminile spicca invece la regina Margherita Buy, la giovane Matilde Gioli, Valeria Solarino e Giulia Bevilacqua nei panni di Milady. Girato tra il Palazzo reale di Genova e la Basilicata, il film racconta una banda di moschettieri costretti a reinventarsi. In occasione dell'uscita al cinema di Moschettieri del re - La penultima missione, il regista Giovanni Veronesi racconta il film.

   

lunedì 10 dicembre 2018 - Il nuovo film di Veronesi promette rocambolesche avventure e tanta comicità. Da giovedì 27 dicembre al cinema.

Moschettieri del Re, una fiaba d'azione perfetta come film per famiglie

Claudia Catalli cinemanews

Moschettieri del Re, una fiaba d'azione perfetta come film per famiglie Una fiaba d'azione, perfetta come film per famiglie. Questo è Moschettieri del re, commedia corale sui personaggi leggendari di Dumas firmata da Giovanni Veronesi, la cui uscita in sala è prevista per il 27 dicembre. Protagonisti Pierfrancesco Favino, nei panni di D'Artagnan, e i tre moschettieri Valerio Mastandrea, Rocco Papaleo, Sergio Rubini. Sul versante femminile spicca invece la regina Margherita Buy, la giovane Matilde Gioli, Valeria Solarino e Giulia Bevilacqua nei panni di Milady. Girato tra il Palazzo reale di Genova e la Basilicata, il film racconta una banda di moschettieri costretti a reinventarsi. "Siamo quattro supereroi a cui è stata tolta forzatamente la tutina, ognuno infatti ha ripreso a fare la vita di tutti i giorni. Ad ogni modo, quando la regina ha bisogno di noi ecco che volentieri rinforchiamo le tutine, con tutti i nostri acciacchi e sogni". Pierfrancesco Favino VAI ALLA OVERVIEW COMPLETA

   

Altre news e collegamenti a Rocco Papaleo »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità  


BMW 525D,Touring, E39, EZ 2003. | Lemony Snickets A Series Of Unfortunate Events 2004 Dual Audio Hindi 720p BluRay 900mb | └ Computers/Tablets & Networking